La Pianura Padana è la zona più inquinata d’Europa

L’analisi delle polveri sottili parla chiaro: la zona più inquinata d’Europa si trova tra Milano e la Pianura Padana. L’inquinamento dell’aria torna a generare polemica, soprattutto perché a rischio è la salute delle persone. Lo dimostrano le analisi delle polveri sottilissime. Che la Pianura Padana fosse molto inquinata era noto da tempo. Il nuovo rapporto dell’Agenzia per l’ambiente però torna a far preoccupare. E così iniziano le polemiche sull’inquinamento, ingente nella Pianura Padana che ha il primato in tutta Europa.

Tutto ciò ha portato l’associazione dei Genitori antismog a lanciare nuovamente l’allarme. I livelli di inquinamento dell’aria in Italia sono inaccettabili, soprattutto nella Pianura Padana, zona più inquinata d’Europa. Solo quest’anno, il 2013, ha rivelato condizioni dell’aria migliori, grazie ad un clima favorevole. Nel 2012, secondo quanto emerso dal rapporto dell’Agenzia per la mobilità del Comune, il Pm10 ha superato i limiti per 117 giorni, a fronte dei 35 massimi concessi. Preoccupante è anche la presenza di biossido di azoto, che supera i valori base del 38%. Lo stesso accade per l’ozono, che supera i limiti del 50%. E così la Pianura Padana risulta attualmente la zona più inquinata d’Europa, e preoccupazioni emergono per la salute di chi vive in quei luoghi. E così l’associazione Genitori antismog ha presentato una petizione al Parlamento Europeo, affinché l’Italia venga richiamata al rispetto delle norme che concernono la qualità dell’aria.

La situazione è preoccupante, ed è bene che il nostro Paese si prenda carico della vicenda cercando soluzioni valide che consentano di rendere l’aria più pulita. Purtroppo in Italia non si fa mai abbastanza, e a rimetterci sono sempre le persone che sono costrette a subire questa situazione.

Che ne pensate del fatto che la Pianura Padana sia la zona più inquinata d’Europa? Lo sapevate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.