Come scegliere il detergente più adatto alla nostra igiene intima

Delicati sono gli equilibri nella vagina, un ambiente in cui flora batterica, ph e problemi immunitari rivestono un ruolo molto importante. Una piccola variazione di uno di questi tre che ecco che problematiche come eritemi e micosi prendono il sopravvento in un batter d’occhio. Come scegliere il detergente più adatto alla nostra igiene intima allora per preservarla e metterci a riparo dalla comparsa di fastidi di questo genere?

L’età della donna, il ciclo mestruale, le eventuali ripercussioni della pillola anticoncezionale sulla secchezza vaginale poi, fanno il resto. Scegliere il miglior detergente intimo, il più adatto alle nostre esigenze dunque, è fondamentale per permetterci di prenderci cura della nostra igiene intima.

Intanto attenzione alla biancheria, prima indiziata quando si presenta un’infezione di qualsiasi genere. La norma vorrebbe che a contatto con la nostra pelle mettessimo solo biancheria di cotone e non colorata ed evitassimo pantaloni attillati che rischiando con la pressione di dare fastidio. Grandissimo ruolo però hanno i detergenti intimi nella prevenzione delle più comuni patologie vaginali.

In età prepuberale è bene che per curare l’igiene orale delle nostre figlie che esse utilizzino un detergente con un ph neutro o al massimo un po’ tendente all’acido. In questa fase il rischio di infezioni è elevato poiché l’assenza di  estrogeni, ormoni femminili fa sì che non siano presenti latctobacilli e il ph della pelle delle bambine sia neutro. In età fertile il discorso cambia: il ph della donna nella zona vaginale è acido, e non più neutro come nell’eta prepuberale. Meglio quindi utilizzare detergenti con un’azione addolcente e lievemente antisettica. In caso di micosi o problematiche legate alla comparsa di brutte infezioni, si possono scegliere detergenti intimi con azione antibatterica. Discorso a parte ancora deve essere fatto per la menopausa, età delicata in cui può essere consigliato utilizzare prodotti specifici contenenti fitoestrogeni per integrare l’assenza di quelli che naturalmente non vengono più prodotti dall’organismo delle donne superati i 50 anni. Sempre per le donne mature è consigliato utilizzare detergenti intimi idratanti o con acido ialuronico per combattere la secchezza vaginale tipica di questa fase della vita.

Insomma, abbiamo visto come scegliere il detergente per l’igiene intima sia qualcosa di più complesso di quello che tutti abbiamo sempre immaginato, seguendo questa guida non potrete sbagliare e vi terrete alla larga da spiacevoli sorprese!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.