Escherichia coli nel formaggio Roquefort di Carrefour: Non acquistatelo

Mangiare il formaggio Roquefort, confezionato da Carrefour, potrebbe essere pericoloso. Il rischio è quello di un avvelenamento da escherichia coli. La notizia sta facendo il giro di internet e gli esperti suggeriscono di non sottovalutare la questione. Le confezioni incriminate hanno scadenza in aprile.
Un elevato contenuto di Escherichia coli è stato rinvenuto nelle confezioni Carrefour del formaggio francese Roquefort. A lanciare l’allarme è stato il Ministero della salute italiano, e la notizia è stata commentata anche da Coldiretti. Nello specificio, le confezioni a rischio sarebbero perlopiù quelle da 100 grammi, con data di scadenza 19 aprile 2014. La ditta produttrice di questo formaggio a rischio di avvelenamento è Proladis.
Stando agli esperti, l’allarme non è da sottovalutare, specialmente in relazione al fatto che in Italia, soltanto nel 2013, sono stati importati dalla Francia circa 60 tonnellate di formaggio Roquefort. Il formaggio non risulta in cima alle preferenze degli italiani, ma la quantità in commercio è tale che si potrebbe incappare nell’acquisto fatale.
Dalla Coldiretti, intanto, fanno sapere che il Roquefort è un formaggio erborinato prodotto soltanto in Francia con latte di pecora. Lo caratterizzano delle venature blu-verdi causate dall’azione del Penicillium roqueforti o Penicillium glaucum, un agente legato allo sviluppo delle muffe. Tradizionalmente, il formaggio viene stagionato all’interno di grotte a temperatura costante.
La Francia, nel frattempo, ha fatto sapere che la ditta Proladis ha ritirato dal commercio i seguenti lotti prodotti dalla stessa materia prima del lotto incriminato in Italia: “DM 0592″ da consumare entro il 15/04/2014; “DN 0592” da consumare entro il 16/04/2014; “DR 0591” da consumare entro il 19/04/2014; “DS 0591” da consumare entro il 20/04/2014; “DV 0591” da consumare entro il 20/04/2014; “DX 0591” da consumare entro il 30/04/2014“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.