Come ritardare la crescita dei peli dopo la depilazione


In inverno restiamo coperti e i peli superflui magari non per tutte le donne sono un problema ma d’estate dopo la depiliazione ritardare il più a lungo possibili la crescita dei peli è un sogno da realizzare. Non solo al mare in costume, le gambe sono messe in mostra tra vestitini ed ogni altro look scelto. Inoltre fare la ceretta meno volte possibili è l’esigenza di tutte, ed ecco che dal mondo della bellezza arrivano i consigli per rallentare la crescita dei peli superflui. Il caldo non ci aiuta ma i rimedi naturali ci sono sempre e ve ne suggeriamo 5, scegliete quello che preferite.

Chi l’avrebbe detto che la soia può essere una nostra alleata contro i peli? Acquistiamo delle lozioni per il corpo a base di estratti di soia. La soia contiene fitoestrogeni che ci aiutano a ritardare la crescita dei peli. Vi consigliamo anche di consumare alimenti a base di soia come latte di soia e germogli di soia.

SUDORE – I CIBI DA EVITARE PER NON AVERE UN CATTIVO ODORE


Passiamo al tè verde e alla menta. Ovviamente beviamo tè freddo con questo calco e riduciamo la produzione di testosterone, l’ormone responsabile dello sviluppo dei peli. Allo stesso modo il tè alla menta rallenta e ritarda la crescita. Vanno bevute almeno due tazze di tè verde o alla menta al giorno.

Poi c’è la papaina, un enzima ricavato dal succo della papaia che possiede proprietà cheratolitiche oltre che antinfiammatorie e antisettiche. Si può applicare un velo di crema a base di papaina dopo la ceretta, meglio ancora se proseguiamo per tutta la successiva settimana.

Anche in questo mangiare in modo sano ci aiuta, quindi bere tanata acqua e mangiare frutta, verdura e cereali integrali. Chiudiamo consigliando la curcuma che può essere aggiunta a tanti composti come scrub o impacchi. E’ un ingrediente prezioso che indebolisce i peli, dopo vari utilizzi noterete la netta differenza.


Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close