Capelli rovinati dal sole: gli errori da evitare in estate

Abbiamo ormai da tempo imparato che la nostra pelle va protetta quando ci stendiamo al sole ma sono ancora poche le donne che pensano anche al benessere dei capelli in estate. A settembre inevitabilmente il risultato sarà quello di rendersi conto di avere i capelli rovinati. E’ soprattutto il sole il nemico numero della chioma a cui teniamo tanto, così in breve tempo ci ritroviamo con capelli secchi, crespi e fragili.

Prevenire è sempre la cosa migliore da fare e gli errori da evitare sono vari ma basta davvero poco per non essere costrette a tagliare i capelli a fine estate o ricorrere a cure di bellezza più costose.

Ovunque ci troviamo, spiaggia, piscina o montagna, le regole sono sempre le stesse, così come il caldo. E se proteggiamo la pelle con i solari impariamo a farlo anche per i capelli spruzzando un balsamo senza risciacquo con protezione solare, in assenza del prodotto giusto sarebbe ottimo usare anche gli stessi spray che abbiamo in borsa per la pelle ma il risultato sarebbe poco affascinante. Indossare un cappello non è una alternativa ma una buona regola che andrebbe aggiunta, però ricordate che il cappello serve a proteggere i capelli dai raggi solari e non solo per sfoggiare quello di ultima tendenza.

Non c’è bisogna di dire che sia l’acqua del mare ma soprattutto quella della piscina rovinano i capelli più di ogni cosa, l’uso della cuffia in silicone può evitare molti disagi ma è davvero raro vederne una. E’ dunque indispensabile il passaggio sotto la doccia dopo ogni nuotata e appena possibile lavare i capelli con uno shampoo specifico e poi coccolarli con un balsamo a lunga durata che sfrutti proprio il calore.

Ma a questi semplici consigli bisogna aggiungerne un altro, ovvero in estate è necessario non stressare troppo i capelli come facciamo durante le altre stagioni. Il continuo utilizzo di fonti di calore, soprattutto della classica piastra, andrebbero evitati o almeno limitati il più possibile.

In autunno i vostri capelli vi ringrazieranno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.