Atelofobia: la paura di non essere belli

La paura di non essere belli ha un nome, si chiama Atelofobia. Siete in presenza di essa se, guardandovi allo specchio, non siete mai soddisfatte del vostro aspetto fisico, e non vi sentite abbastanza piacenti. Questa fobia prende anche il nome di “sindrome dell’imperfezione“. Chi soffre di questa paura, non si sente all’altezza della situazione, e non si vede abbastanza bella. Dunque, la visione che si ha di sé risulterà sempre distorta. Non sentirsi bene con se stessi per quel che concerne l’aspetto fisico, crea problemi anche a livello sociale, con difficoltà a relazionarsi con il prossimo. Lo specialista in chirurgia plastica, Paolo Mezzana, sta effettuando un sondaggio via Facebook per avere un quadro di quante donne, in percentuale, si sentono davvero contente della loro fisicità. Ebbene, solo il 18% delle donne prese in esame, dichiara di piacersi veramente.

L’Atelofobia è una patologia seria – ha dichiarato Mezzana – che per alcune donne può diventare un ostacolo per la vita lavorativa e personale“. Secondo il chirurgo plastico, “il processo ha origine a livello cerebrale“; ciò che si può fare, è “offrire alla paziente un sostegno psicologico“, aiutandola a valorizzare i propri pregi.

 

Quali sono le zone critiche che inducono queste donne a non piacersi?

  • pancia, nel 15% dei casi esaminati
  • naso, per il 10% delle donne
  • più di una zona del corpo, nel 35% del totale delle donne che dichiara di non piacersi.

Le labbra e gli occhi, invece, sono le zone del corpo meno problematiche per le donne. Secondo Paolo Mezzana, il chirurgo plastico deve monitorare tale fobia, e sconsiglia a queste donne di sottoporsi ad interventi troppo invasivi. E’ meglio avvalersi di piccoli ritocchi che aiutino coloro che hanno la sindrome dell’imperfezione a migliorarsi al fine di sentirsi meglio con il proprio corpo.

Cosa ne pensate? A voi piace il vostro corpo?

3 responses to “Atelofobia: la paura di non essere belli

  1. Io non mi piaccio in tutto. Il fisico lo posso sistemare volendo, ma la faccia resta quella.
    Non mi interessa piu di tanto il naso (che è abbastanza grande), ma bensí la mia pelle grassa che vorrei fare a pezzettini. Non essendo una zona “copribile” sono costretta a mostrarla al mondo. Infatti odio andare in posti dove non conosco nessuno perchè mi sento molto a disagio. Quando avró un lavoro e potró permettermi di rifarmi la faccia, saró finalmente felice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.