La difterite torna in Italia, l’allarme dall’Istituto Superiore di Sanità

La difterite è tornata in Italia. Il calo delle vaccinazioni ha portato al ritorno della difterite. A darne l’allarme è stato l’Istituto Superiore di Sanità. L’ultimo caso registrato nel nostro Paese risale al 1996 da quel momento in poi, su questa malattia infettiva è calato il sipario. L’Istituto Superiore di Sanità ha riconosciuto l’esistenza di un unico caso accertato ma non ha fornito nessun dato circa il luogo in cui la persona è ricoverata per non creare allarmismi. Bisogna tenere presente che proprio a causa del lungo periodo in cui, fortunatamente, non ci sono stati casi di difterite, la produzione dell’antitossina difterica è cessata. Il Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Walter Ricciardi, ha preso la parola per comunicare la causa del ritorno della difterite: il calo delle vaccinazioni. Per la stessa ragione anche un’altra malattia potrebbe ricomparire nel nostro Paese, la poliomielite. Per chi non conoscesse di cosa di tratta, la difterite è una malattia molto pericolosa e aggressiva che si trasmette con il semplice contatto aereo tra le persone e con il vestiario di chi è infetto. Tutto parte da quella che inizialmente sembra essere una banale influenza: mal di gola, raffreddore e febbre non troppo alta. Nei due giorni successivi la situazione però prende una piega molto più pericolosa: nel naso e nella gola si crea una membrana grigiastra che infiammandosi può provocare sanguinamento. La difterite può arrivare a distruggere gli organi e, se non curata in tempo, può portare alla morte. L’unica cura al momento possibile consiste nella somministrazione di antibiotici che permettono anche la riduzione dei giorni entro i quali si può contagiare una persona. Il livello di sicurezza nel nostro Paese è al momento, sotto il livello di guardia: 93.5%. Si tenga presente che il livello di sicurezza indica la percentuale massima di copertura vaccinale che come soglia base ha il 95%.  Il continuo calo delle vaccinazioni non solo potrebbe portare allo sviluppo di vecchie malattie, come appunto la difterite e la poliomielite, che causano gravi problemi alla nostra salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.