Libri da leggere: Se questo è un uomo – Primo Levi

libro se questo è un uomo levi

Libri da leggere – Recensioni

Se questo è un uomo

Se questo è un uomo è un romanzo di Primo Levi. E’ stato scritto tra il 1945 e il 1947. Nel famoso libro, l’autore parla la sua esperienza nei campi di concentramento, durante la Seconda Guerra Mondiale.
La trama. Sottratto alla sua vita quotidiana, Primo Levi è condotto in questi luoghi dove regnano la crudeltà e la morte.
Il lager nazista è stato pensato proprio per trasformare gli uomini in vere e proprie bestie, anzi peggio. Essi erano costretti a lottare gli uni contro gli altri per cercare di sopravvivere. Coloro che si trovavano nei campi di concentramento erano tenuti a svolgere i lavori forzati, erano denutriti e perdevano persino del nome. Erano privati  qualsiasi bene e separati, spesso per sempre, dalle proprie famiglie.
L’autore racconta di una coscienza che, nonostante tutto, cerca di reagire. Egli scopre, meglio riscopre, un’incredibile passione per la vita.
Primo Levi cerca di dare una spiegazione a tutto ciò che succede, a ciò che ha spinto degli essere umani ad annullare la personalità, l’individualità e l’esistenza.

Non c’è nulla di normale dietro il dolore gratuito che viene inflitto, ed è questo il male radicale, quello perverso, quello più difficile da controllare e gestire. Eppure bisogna reagire.

Quando il protagonista di Se questo è un uomo esce da Auschwitz con le proprie gambe, non riesce a lasciarsi alle spalle la sofferenza. Porterà con sé tutto il dolore che ha accumulato nei campi di concentramento.

CITAZIONE

Voi che vivete sicuri
Nelle vostre tiepide case,
Voi che trovate tornando a sera
Il cibo caldo e visi amici:
Considerate se questo è un uomo
Che lavora nel fango
Che non conosce pace
Che lotta per mezzo pane
Che muore per un sì o per un no.
Considerate se questa è una donna,
Senza capelli e senza nome
Senza più forza di ricordare
Vuoti gli occhi e freddo il grembo.
Come una rana d’inverno
Meditate che questo è stato:
Vi comando queste parole:
Scolpitele nel vostro cuore
Stando in casa andando per via,
Coricandovi alzandovi;
Ripetetele ai vostri figli.
O vi si sfaccia la casa,
La malattia vi impedisca,
I vostri nati torcano il viso da voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.