Libri da leggere, Storia dei pistoleri – Luca Barbieri

Libri da leggere – Recensioni

Storia dei pistoleri

Questo è un libro che sa trascinare il lettore fuori da questo tempo per catapultarlo indietro di un secolo e mezzo, nel Selvaggio West. Barbieri ci propone un mondo che è diverso dalla visione quasi epica che ci è stata consegnata dal cinema e dai grandi registi (su tutti Sergio Leone) ma che non delude affatto.

Leggendolo possiamo rivivere la vita di grandi uomini (e anche grandi donne!) che hanno percorso la Frontiera, come fuorilegge spesso, ma anche come sceriffi, giocatori d’azzardo, avvocati e commercianti.

Il libro si divide in quattro parti: la prima parte è legata alla vita di quello che universalmente è noto come “il principe dei pistoleri”: Wild Bill Hickok. La storia di quest’uomo è stata spesso oggetto di rievocazioni: dal cinema alla TV ai fumetti; ma Barbieri ce ne dà una versione reale, storica. Dall’incontro con William Cody (alias Buffalo Bill) al rapporto con Calamity Jane all’arruolamento nell’esercito dei nascenti USA.

La seconda parte del libro ci porta a conoscere gli altri nomi indimenticabili della Frontiera tra cui il celeberrimo Billy The Kid, Pat Garrett, Belle Star, la regina dei banditi e molti altri ancora.

La terza parte del libro è dedicata interamente a quello che forse fu ed è ancora il più celebre episodio mai accaduto nel West: la sparatoria all’ OK Corral, di cui si dice che in trenta secondi furono sparati diciassette proiettili.

La parte finale ci fa conoscere le regole e la dura vita dei pistoleros e dei gunmen presentandoceli quasi come una fratellanza unita dall’amore per le pistole (su tutte la mitica Colt).

Storia dei pistoleri è un libro che fa rivivere nella mente del lettore momenti unici con una semplicità sconcertante. Assolutamente da leggere.

Andrea Speziale

One response to “Libri da leggere, Storia dei pistoleri – Luca Barbieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.