Ripartenza del turismo: sostenibilità e green, parole chiave

Al giorno d’oggi, sta prendendo piede un nuovo modo di viaggiare: il viaggio green. Sempre più famiglie stanno iniziando a organizzare le vacanze in strutture che siano ecologiche ed ecosostenibili e l’incremento di questo trend si sta verificando soprattutto negli ultimi anni, grazie alla consapevolezza dei turisti.

L’allarme ambientale che sta subendo il nostro pianeta porta sempre più strutture turistiche, che ricevono ogni anno moltissimi turisti, a diventare green, rendendole delle particolari isole eco-sostenibili. In alcuni casi, questi hotel vengono certificati a livello internazionale e riconosciuti dal LEED.

Perché scegliere le strutture eco-sostenibili

Tutte queste strutture sono diventate punti di incontro per molti turisti: l’uso di detergenti, di prodotti in plastica e di materiale inquinante hanno portato il pianeta a subire un inquinamento di larga scala. Le falde acquifere sono contaminate, le spiagge sono invase da moltissimi tipi di plastica e da altre tipologie di materiali che inquinano il mare.

Ogni anno ci sono moltissime manifestazioni a livello mondiale chiamate Earth Day (quest’anno si è tenuta il 22 aprile) che pubblicizzano l’utilizzo di prodotti eco-sostenibili e biodegradabili e che cercano di organizzare quando possono delle campagne per la raccolta differenziata. Il loro obiettivo è quello di sensibilizzare le persone a ciò che sta succedendo al pianeta, in particolare cercando di renderle consapevoli del disastro naturale a cui si va incontro.

Alcuni stati hanno iniziato ad adoperarsi per ottenere dei risultati in ottica eco-sostenibile. Per esempio, gli americani hanno iniziato ad impiegare contenitori per il vetro, ad installare lampadine a led che consumano di meno rispetto alle tradizionali, oppure a fare la spesa in luoghi vicino a casa e diminuendo l’inquinamento per il trasporto del cibo. Insomma, nel loro piccolo stanno cercando di raggiungere una sorta di eco-sostenibilità, all’interno della loro casa e della comunità. Anche nelle strutture alberghiere, il primo impatto per il turista è fondamentale e, utilizzando dei faretti in gesso sui soffitti della hall, l’hotel beneficerà subito in immagine e in luminosità, oltre che in risparmio economico.

Proprio per questo, vogliono anche andare in vacanza in luoghi che siano ecologici e che abbraccino una linea green in ogni scelta. L’esperienza che queste persone si portano a casa è formativa, nuova, ma soprattutto permette loro di provare una vita senza l’utilizzo di materiali inutili come quelli inquinanti, cercando di far rinascere la natura intorno a loro.

Dove organizzare una vacanza green?

Esistono in tutto il mondo più di 2.500 strutture eco che permettono a chiunque di poter scegliere una vacanza nel rispetto della natura. Non serve privarsi dei servizi necessari, solo ridurre l’inquinamento e l’impatto ambientale organizzando una vacanza green. In Italia, organizzare una vacanza eco è facilissimo poiché la penisola è ricca di ostelli, bed and breakfast, agriturismi, ma soprattutto di hotel eco-sostenibili.

Parlando di hotel ecologici, sorge spontaneo differenziarli da quelli tradizionali.
Le principali differenze sono:

  • gli alimenti di provenienza biologica;
  • la preparazione dello staff in vista di specifiche riguardanti l’ecologia;
  • l’utilizzo dei parcheggi;
  • la raccolta differenziata dei rifiuti;
  • l’utilizzo di detergenti biodegradabili;
  • l’utilizzo di regolatori del flusso dell’acqua oltre all’utilizzo più di una volta degli asciugamani.

Un fattore importante è che non si sprechi il riscaldamento e si utilizzino fonti d’energia eco-sostenibile, come le eliche eoliche o i pannelli fotovoltaici.

Hotel green: cosa fare per venir notati

Il compito dell’hotel è di fornire a un turista tutte le funzionalità per cui dovrebbe scegliere quell’hotel, nel caso in cui volesse fare una vacanza green.

Esistono vari programmi che premiano le strutture, giudicate soprattutto degli utenti in base al loro livello di eco-sostenibilità. Apparire come eco è un buon modo per farsi pubblicità e crescere sotto questo aspetto. Uno dei metodi potrebbe essere quello di installare delle cornici per strip led, utilizzabili nel bancone della hall o sulle scale, in modo da rendere l’hotel più bello senza inquinare l’ambiente.

Delle considerazioni importanti vanno fatte sulle norme che un hotel eco deve seguire:

  • il 50% di carta per uso di cancelleria deve essere riciclata;
  • il 90% di carta per uso igienico deve essere riciclata;
  • il 60% di lampadine deve essere Led di classe A;
  • il 20% dei prodotti deve essere prodotto entro 150 km;
  • il 20% dei certificati di questi prodotti deve essere biologico.

Queste sono solo alcune delle misure ma sono uno spunto anche per le altre strutture che consumano e producono molto inquinamento.

Come essere un buon turista e un buon cittadino

Quando si parla di viaggiare, non è solo importante la struttura in cui si alloggia ma è importante diventare un viaggiatore che sia consapevole del posto in cui sta viaggiando e, soprattutto, che abbia l’accortezza di acquisire una mentalità eco-sostenibile. Un primo punto lo acquista il mezzo di trasporto utilizzato: per rendersi utili in ottica eco-sostenibile, può essere un’accortezza utilizzare il treno e non la macchina, oppure utilizzarlo al posto dell’aereo. Se tutti viaggiassero in treno, il risparmio sarebbe molto elevato.

Quando si giunge alla meta, è consigliabile l’utilizzo di mezzi di trasporto più ecologici di una macchina, come la bici, il bus e le macchine elettriche. Una grande opportunità potrebbe essere camminare che, oltre a fare bene alla salute, fa bene anche al pianeta.

Una prerogativa di ogni turista, ma anche di un buon cittadino, è il rispetto incondizionato per la flora e per la fauna. Importante è non lasciare rifiuti, non ledere animali e ripulire tutto ciò che si è lasciato in giro. Inoltre, pasti freschi, salutari e a chilometro zero sono molto apprezzati e diminuiscono l’importazione, il trasporto di prodotti e, quindi, l’inquinamento sulla terra.
Per quanto riguarda i souvenir, si suggerisce di prediligere l’acquisto di manufatti artigianali e non di prodotti industriali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.