Afghanistan: attentato kamikaze a dipendenti del Ministero della Difesa

Un nuovo attentato kamikaze insanguina l’Afghanistan. È notizia di poche ore fa, l’attacco terrorista nella capitale del paese Kabul. Un uomo si è fatto esplodere a pochi metri di distanza dal mezzo che trasportava alcuni dipendenti del ministero della Difesa.
A renderlo noto è stato il portavoce del ministero dell’Interno che ha dichiarato: “Un attentatore suicida a piedi si è fatto esplodere vicino ad una vettura che portava al lavoro dei dipendenti del dipartimento della Difesa“.
Stando alle prime indiscrezioni, a perdere la vita, oltre all’attentatore kamikaze, sarebbero stati i tre funzionari a bordo dell’auto e una donna che casualmente, e per sua sfortuna, passava da lì nel momento della deflagrazione.
L’Afghanistan in questi mesi fa i conti con il passaggio di controllo tra le forze della coalizione e le forze di sicurezza governative, passaggio delicato in cui era prevedibile un aumento degli attentati. Già lo scorso dicembre, il Capo di stato maggiore dell’esercito italiano, Claudio Graziano, aveva dichiarato: “Il momento della transizione è molto delicato, c’è chi vuole farla fallire. E’ necessaria grande attenzione per la nostra sicurezza perché, come è stato in Italia nel periodo del terrorismo, gli attacchi possono avvenire in qualsiasi momento“. E poi, rivolgendosi ai militari in procinto di fare ritorno in Italia, Graziano aveva aggiunto: “Fino a quando non atterrerete in Italia non sarete al sicuro perché un’attacco sarà sempre possibile. Anzi, probabile: perché un’azione dimostrativa per far fallire l’operazione è nello spirito di questi momenti“.

One response to “Afghanistan: attentato kamikaze a dipendenti del Ministero della Difesa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.