Senzo Meyiwa, morto il portiere del Sudafrica: il capitano della nazionale ucciso durante una rapina

Il portiere e capitano della nazionale di calcio del Sudafrica è stato ucciso durante una rapina. Senzo Meyiwa è morto dopo essere stato aggredito da alcuni criminali. L’uomo si trovava a casa della fidanzata. Tre malviventi sono riusciti a introdursi all’interno dell’abitazione della donna e hanno puntato la pistola contro Senzo Meyiwa. Gli hanno intimato di consegnargli denaro, oggetti preziosi e smartphone. Il portiere del Sudafrica si è rifiutato di sottostare alle minacce dei criminali e per questo è morto. Uno dei tre criminali gli ha sparato un colpo sul volto. La rapina è dunque finita in tragedia.

L’episodio è avvenuto domenica sera nella township di Vosloorus, vicino Johannesburg (Sudrafica). La polizia sudafricana ha offerto una ricompensa di 11.000 euro a chiunque sappia fornire informazioni sul caso. Non risulta chiaro se la fidanzata del capitano della nazionale di calcio abbia assistito all’episodio. Senzo Meyiwa giocava negli Orlando Pirates, una delle formazioni più gloriose del calcio sudafricano. Soltanto la serata precedente alla sua morte aveva contribuito alla vittoria della sua squadra contro l’Ajax di Città del Capo per 4 a 1.

Pistorius alla sbarra: inizia il processo per l’omicidio della fidanzata Reeva – LEGGI QUI

In questo periodo stava ben figurando anche con la sua nazionale. Ancora un lutto sportivo per il Sudafrica. Stavolta, ha perso la vita il portiere e capitano della formazione di calcio del Paese. Ucciso durante una rapina, almeno questo è quanto sembra. La polizia sta infatti cercando di capirne di più poiché non è ancora convinta della dinamica dei fatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.