Antartide, scontro tra iceberg: scoperte nuove specie marine


foto: Ansa

In Antartide si è verificata una grande scoperta. “Grazie” alla collisione, allo scontro, tra due iceberg massicci, sono state scoperte delle specie marine finora sconosciute. Lo scontro tra i pezzi di ghiaccio è avvenuto lo scorso anno, ma solo adesso le specie marine sono state documentate da oceanografi australiani.

E’ la natura che stupisce ancora e apre nuovi orizzonti agli umani: l’iceberg lungo ben 78 km, un pezzo di ghiaccio dalle dimensioni inimmaginabili, è stato speronato da un altro iceberg, anch’esso gigantesco e ha quindi esposto in questo modo una sezione  dell’Oceno meridionale rimasta coperta da centinara di metri di ghiaccio. In questo modo gli scenziati possono condurre degli esperimenti che, tra l’altro, contribuiranno a capire anche come avviene il cambiamento climatico e quali saranno le conseguenze del fenomeno.

Circa 40 scienziati hanno visitato il luogo in cui è avvenuta la collisione e hanno potuto azionare telecamere sottomarine, dove si trovava la lingua del ghiacciaio. Il risultato è stata una grande scoperta. Hanno scoperto nuove specie marine, fra cui spugne multicolori e pesci, oltre a stelle marine grandi quanto borchie di auto. Come abbiamo detto prima, gli scenziati sperano di poter formulare delle previsioni sul cambiamento climatico vista la riduzione della salinità riscontrata dopo l’accaduto dell’oceano attorno al ghiacciaio.


L’oceanografo Steve Rintoul ha affermato che improvvisamente la geometria dell’Antartide è cambiata, e ha definito il fenomeno della collisione tra i due iceberg massicci, “un esperimento naturale”, in cui il distacco della lingua del ghiacciaio non e’ stato causato dal cambiamento climatico.

Sara Moretti


1 commento per “Antartide, scontro tra iceberg: scoperte nuove specie marine”

  1. 19 Aprile 2011

    […] Antartide, scontro tra iceberg: scoperte nuove specie marine foto: Ansa […]

    Commenta l'articolo


    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Riscontrata interferenza con Ad Blocker

    Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

    Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

    Grazie per il supporto, buona lettura!

    Close