Per la Francia è arrivato il momento di affrontare il Coronavirus, Macron: “‘emergenza sanitaria più grave degli ultimi 100 anni “

Forse per i francesi, e diciamo forse, è arrivato il momento di mettere da parte gli sfottò, di pensare a quello che sta succedendo in Italia con la puzza sotto al naso e di smettere di radunarsi nella giornata dei Puffi pensando che il coronavirus sia un problema italiano. E dalle parole del presidente Macron di ieri sera, si evince che la Francia ha preso coscienza di quello che sta accadendo e si prepara, come l’Italia, ad affrontare questa pandemia.

Non usa mezze espressioni Macron che chiaramente ( anche se con qualche giorno di ritardo) è costretto ad arrendersi all’evidenza: “ siamo di fronte all’emergenza sanitaria più grande in Francia negli ultimi 100 anni” ha detto ieri.

Il problema per la Francia è il voto di domenica: tutte le misure infatti, si prenderanno a partire da lunedì e forse, altri tre giorni di contatti ravvicinati, potrebbero provocare molti, molti altri contagi.

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE DALLA FRANCIA

 La “priorità assoluta per la nostra nazione sarà la nostra salute“, ha aggiunto, annunciando che “da lunedì e fino a nuovo ordine gli asili nido, le scuole, le università di Francia resteranno chiuse”.

Dalle parole del presidente Macron alla nazione, si evince che, a suo dire, in Francia si sia usato un metodo per cercare di arginare i contatti, di bloccare il virus. “Il virus continua a diffondersi, sta accelerando, è quello che temevamo”, ha detto Macron, spiegando che “abbiamo potuto ritardare la propagazione del virus” ma l’epidemia “non si ferma” e annunciando una possibile “seconda ondata” che “colpirà anche i giovani”. La Francia, ha aggiunto, utilizzerà “tutti i mezzi necessari” per la salute dei suoi cittadini, “costi quello che costi” .

Da lunedì chiuso anche uno dei luoghi simbolo della Francia per i piccini, parliamo di Disneyland Paris.

Macron ha spiegato che i mezzi pubblici in Francia continueranno a funzionare regolarmente ma ha invitato tutti a muoversi il meno possibile ( come sarà possibile visto che domenica si vota resta un mistero). L’invito di restare a casa il più possibile viene rivolto a tutti ma soprattutto agli over 70.

A proposito dell‘aspetto economico della vicenda:  “Noi europei – ha dichiarato – non lasceremo propagarsi una crisi economica e finanziaria. Reagiremo forte e reagiremo velocemente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.