Apple allarga lo zoo delle animoji: in arrivo quattro nuovi animali

nuove animoji apple

Nuove icone tridimensionali animate di iOS, che riguardano precisamente gli animali delle animoji Apple. Sono in tutti, stando alle ultime notizie, quattro gli animali che stanno arrivando. Stiamo parlando della giraffa, del gufo, dello squalo e del facocero. Questi riusciranno ad animare ancora di più i display degli iPhone e iPad, con le espressioni facciali inquadrate dalla fotocamera TrueDepth dei dispositivi. Al momento, sappiamo che queste animoji sono disponibili nella versione beta, non ancora pubblicata.

IN ARRIVO NUOVE ANIMOJI APPLE PER I DISPOSITIVI iOS: QUATTRO NUOVE ICONE DI ANIMALI PER iPHONE E iPAD

In arrivo nuove animoji Apple per i dispositivi iOS, nello specifico quattro animali: giraffa, gufo, squalo e facocero. Le nuove icone tridimensionali animate potranno ora animare di più i display di iPhone e iPad. Queste animoji, ricordiamo, sono ancora disponibili sono nella versione beta, non ancora resa pubblica, del sistema operativo della Mela 12.2. Pertanto, in tutto ora sono 24 le icone parlanti che sono a disposizione degli utenti per inviare dei messaggi e per fare videochiamate su FaceTime. Tra gli avatar che si possono utilizzare vi sono il robot, la scimmia, il panda, il leone, la volpe, l’unicorno, il drago, il dinosauro, il fantasma e il teschio. Le animoji sono state lanciate da Apple a fine 2017, come una grande novità di iPhone X. Dopo di che, sono state rese disponibili anche su iPad Pro e iPhone XS, XS Max e XR.

Non mancano, però, le polemiche per quanto riguarda le emoji. In particolare, c’è quella a forma di goccia di sangue, che andrebbe a rappresentare le mestruazioni, ha fatto parlare. Si tratta di una vittoria dell’organizzazione per i diritti dei bambini Plan International, che da qualche anno si batte al fine di “normalizzare il ciclo nelle conversazioni di tutti i giorni e per combattere la cultura globale della vergogna”. Ma non solo, nasce anche la polemiche per l’emoji, definita già poquito, ovvero un pochino. Sappiamo che rappresenta il gesto delle mani che si usa per indicare una piccola quantità e c’è chi già ha ipotizzato che il disegno voglia in realtà indicare le piccole dimensioni maschile. Questa, però, è solo un’interpretazione social, che non ha avuto ancora una conferma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.