Ritrovato morto in una stanza d’albergo il figlio di Maurizio Zamparini: aveva 23 anni

E’ una ultima ora quella che arriva oggi pomeriggio da Londra. Ancora pochissime le informazioni ma la notizia è drammatica. È morto a Londra Armando Zamparini. Aveva solo 23 anni. Armando era il figlio di Maurizio Zamparini, imprenditore ed ex proprietario del Palermo Calcio. Poche le informazioni arrivate alla stampa, mentre i genitori del ragazzo sarebbero in viaggio alla volta di Londra per comprendere che cosa sia successo, sconvolti da un dolore che mai si dovrebbe provare.

Da quello che si apprende, sarebbe stato trovato senza vita all’interno di una stanza di un albergo della capitale inglese dove si trovava per motivi di studio. Non sarebbero chiare le cause del decesso del figlio dell’ex patron del Palermo Calcio che porto la squadra palermitana fino in serie A. Le prime indiscrezioni parlano di un possibile malore, forse un arresto cardiaco.

E’ morto a Londra il figlio di Zamparini: aveva 23 anni

Armando è l’ultimo nato a casa Zamparini, l’unico figlio del secondo matrimonio. Durante la gestione del Palermo Calcio capitava spesso che il ragazzo si intrattenesse in campo a giocare con i calciatori rosanero a fine allenamento.

Sulla morte del giovane, che si era trasferito a Londra dopo aver conseguito la laurea di primo livello, ha aperto le indagini la polizia londinese. Dalle prime informazioni pare che il decesso sia stato causato da un arresto cardiaco.

Il presidente Dario Mirri e tutta la famiglia del Palermo FC si stringono nel terribile dolore per la scomparsa prematura di Armando, figlio dell’ex presidente rosanero Maurizio Zamparini. “Il ricordo di Armandino – si legge in una nota della società – è e rimarrà vivido nei collaboratori del Palermo che lo hanno conosciuto e visto crescere durante il periodo della presidenza Zamparini in viale del Fante. Ai genitori e i familiari di Armando, le più sentite condoglianze”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.