Detto Fatto la ricetta dei panzerotti fritti di Paolo Amato

detto fatto panzerotti ripieni

Che buoni i panzerotti fritti di Detto Fatto, la ricetta dei panzerotti fritti di Paolo Amato vista oggi 11 dicembre 2019. Tante le ricette Detto Fatto da copiare e nella puntata del mercoledì Bianca Guaccero e Paolo Amato ci hanno davvero deliziato con questi grossi panzerotti fritti. Il suggerimento per il ripieno dei panzerotti di Detto fatto è dolce e salata. Per fare i panzerotti fritti dolci il ripieno è ricotta zuccherata, ben lavorata in modo da ottenere una crema. Per i panzerotti salati mortadella e pecorino oppure il classico ripieno mozzarella e pomodoro. Impastiamo e poi gustiamo i panzerotti fritti di Detto Fatto. Saranno buonissimi sia caldi che freddi, sia dolci che salati.

RICETTE DETTO FATTO 11 DICEMBRE 2019 – LA RICETTA DEI PANZEROTTI FRITTI DI PAOLO AMATO

Ingredienti panzerotti fritti Detto Fatto – 1 Kg di farina 00, 600 ml acqua, 20 g sale, 20 ml olio evo, 25 g lievito di birra – 200 g mozzarella, 150 g passata di pomodoro – 250 g mortadella, 150 g pecorino – 200 g ricotta, 40 g zucchero

Preparazione panzerotti fritti di Paolo Amato: con la farina facciamo la classica fontana e aggiungiamo il lievito sbriciolato fine, metà dell’acqua e iniziamo a impastare, poi inseriamo olio e sale e l’acqua avanzata, impastiamo e otteniamo un composto liscio ed elastico. Dall’impasto otteniamo 10 o 12 panetti del peso di circa 150 grammi. Disponiamo i panetti sulla teglia foderata con la carta forno, spruzziamo con pochissima acqua e facciamo lievitare per 2 o 3 ore nel forno spento, se necessario perché si asciugano spruzziamo ancora un po’ di acqua.

Stendiamo i panetti lievitati con le mani, otteniamo dei dischi sottili che farciamo come preferiamo. I consigli per il ripieno sono ricotta zuccherata, mozzarella con passata di pomodoro, mortadella con pecorino. Richiudiamo a mezzaluna e sigilliamo bene i bordi con la forchetta. Friggiamo in olio profondo e ben caldo, facciamo dorare e scoliamo su carta da cucina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.