Cosa vedere in Europa: la magica Istria

Ci sono tanti posti così vicini a noi belli da vedere. Restiamo in Europa senza andare fuori! Oggi andiamo alla scoperta della magica Istria.

Siamo stati in Istria, io e mia moglie, ai primi di luglio del 2010. Pochi giorni, del resto abitiamo abbastanza vicino, a 3 ore di macchina circa. Rimandavamo da anni, questa meta, perché a noi piacciono le strutture ricettive piuttosto intime, non necessariamente piccole, ma pulite, curate e ben tenute.  Semplici, magari, ma dove si possa sperare di mangiare qualcosa che venga da una normale cucina e non, magari,  un gigantesco buffet. Questo era il punto : la Croazia è famosa per il bel mare, ma anche per le strutture molto grandi, quindi a volte relativamente rumorose e affollate, standardizzate; e, appunto, tutte con grandi buffet con gusti spesso nordici, per potersi adattare anche , o soprattutto, ai palati nordeuropei.

Il “tabu” è crollato quando, spulciando in internet, abbiamo trovato una pensioncina a gestione familiare, con ottime recensioni dei clienti soprattutto per quanto riguarda la cucina, e ad un prezzo più che ragionevole , nei dintorni di Parenzo. Prometteva bene, insomma.

E così siamo partiti. Le nostre aspettative non sono certo state tradite. L’alberghetto si chiama “Pansion Kastelir”, e si trova nel minuscolo paese di Kastelir, appunto, a pochi minuti di auto dal mare e da Parenzo. Il proprietario, di origini italiane come molte persone in Istria, ci ha accolti con grande cordialità, facendoci sentire subito a nostro agio, e fornendoci una cartina con segnate le principali spiagge e spiaggette del vicino litorale, spiegandoci anche come arrivare e le caratteristiche.

Camere pulitissime, cucina curata e tipica della zona. Tutte le sere, al nostro rientro, un sorriso e sempre la domanda : “come è andata oggi? Dove siete stati?” Insomma, come essere a casa.

Peccato non avere potuto sfruttare anche i consigli sui paesi da visitare nell’entroterra, perché era luglio e faceva molto caldo, quindi ci siamo orientati prevalentemente sul relax delle spiagge, spesso miste a scogli, che ornano un mare a mio parere proprio molto bello (soprattutto se paragonato a quello, vicino, delle vicine coste venete e friulane.

Proprio una struttura ottima, se si vuole conoscere l’Istria sotto l’aspetto migliore. Gli alberghi con 500 camere, anche per questa volta, possono aspettare.

Francesco Ongaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.