Topo morto in confezione surgelati: lo frigge senza accorgersene

Le confezioni di surgelati, qualche volta, nascondono sgradite sorprese. È il caso di un uomo che trova un topo morto all’interno di una di esse e lo frigge senza accorgersene. Si tratta di Mohammed Ali, idraulico 37enne di Bathgate. Il malcapitato ha messo nel piatto degli scampi surgelati dopo averli fritti, e solo allora si è accorto che tra loro c’era anche un topo morto. Ali ha acquistato la confezione di pesce impanato della Tesco: la più importante catena di supermercati del Regno Unito. Ha versato il contenuto della confezione di surgelati direttamente nella friggitrice, senza osservarlo attentamente. In seguito, Mohammed ha notato qualcosa di nero che galleggiava nell’olio bollente: l’ha pescato e ha scoperto che era un topo. L’uomo era triste e arrabbiato per aver dovuto buttare la confezione di surgelati che stava preparando per sé. frigge un topo senza accorgersene, ma per fortuna si è reso conto in tempo della presenza non comune all’interno del cibo. Non solo, l’uomo ora viene preso in giro dalla famiglia che continua a imitare il verso tipico del topo per deriderlo. Oltre il danno, anche la beffa per il pover’uomo. Lo scozzese si è messo subito in contatto con le autorità della contea di West Lothian e con i vertici di Tesco, i quali hanno promesso di fare piena luce sulla vicenda. La Tesco, da par suo, ha sottolineato che si trattava solo di un caso isolato. Eppure non è la prima volta che qualcuno si lamenta di aver trovato un intruso nel cibo confezionato dalla catena e già una volta i vertici dell’azienda sono stati condannati a risarcire un cliente. dunque, dalla Scozia arriva la strana storia di un uomo che trova un topo morto in una confezione di surgelati e lo frigge senza accorgersene. Fortunatamente, Ali si è reso conto in tempo di cosa c’era in pentola ben prima che incautamente fosse andato a finire nel suo piatto o peggio ancora all’interno del suo corpo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.