Astinenza da social network: riusciresti a stare 99 giorni senza Facebook?


Riusciresti a stare 99 giorni senza Facebook? L’astinenza dal social network per ben 3 mesi, questa l’iniziativa proposta da un gruppo di olandesi. 99 days of fredoom, questo lo slogan dei creativi di Just. A quanto pare, dopo che un esperimento americano ha appurato che chi ha un profilo Facebook non solo ne rischia la dipendenza, ma ha dei contraccolpi a livello emotivo, gli olandesi hanno deciso di intraprendere questa iniziativa. Chi ha un profilo sul social network, trascorre in media 20 minuti al giorno per gestire la propria pagina e curiosare in quelle altrui. Inoltre, condivide contenuti e reagisce emotivamente a quelli pubblicati dai suoi amici.

Uccide il miglior amico e poi gli scrive sul profilo Facebook – LEGGI QUI

Da qui, la domanda su cosa succederebbe se il popolare sito creato da Zuckerberg non facesse parte della nostra vita. Riusciresti a stare senza Facebook per 99 giorni? Questa la sfida lanciata a coloro che ne hanno abbastanza di questa dipendenza e vogliono combatterla in questo modo eccentrico. Partecipare è semplice: bisogna loggarsi a Facebook cambiando la propria immagine del profilo con il logo della campagna (quello in foto), scaricabile dal sito ufficiale, e condividendo un link che renderà visibile a tutti i propri amici il personale count-down. Dopo, si fa il Log Out dal sito o dall’app e si disinstallano tutte le applicazioni dallo smartphone.

L’ultima moda sui social network: il selfie post sesso – LEGGI QUI


Così, ha il via il gioco. 99 giorni di libertà. 1683 minuti di vita impiegati probabilmente meglio di quelli che mediamente le persone avrebbero potuto passare sul social. Al momento, in 30mila hanno aderito a questa iniziativa. E tu, riusciresti a stare 3 mesi senza Facebook? L’astinenza da qualsiasi cosa è un modo per riprendere in mano la propria vita. Chi pratica la meditazione lo fa principalmente per liberarsi da ogni desiderio materiale: questa è la vera libertà. Un modo per liberarsi dalle piccole dipendenze quotidiane che non sempre ci rendono la vita migliore.


Leggi altri articoli di Curiosità

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close