Bacoli, 25enne minaccia le coppiette appartate in macchina: cercava la sua ex

A Bacoli (in provincia di Napoli), un 25enne minaccia le coppiette appartate in macchina. Cercava la sua ex. Le coppiette appartate a Capo Miseno, nella zona Faro, hanno subìto una serie di preoccupanti controlli da parte di uno sconosciuto. Il 25enne si avvicinava alle macchine delle coppiette. Aveva con sé una pistola giocattolo e con quella minacciava i ragazzi. Anche se con il buio e per il terrore, veniva scambiata per un’arma vera. L’uomo faceva a tutti la stessa domanda: c’è la mia ex lì dentro? Chiedeva di controllare l’identità della donna per verificare se si trattava della sua ex. Un 25enne di Bacoli è stato denunciato a piede libero dai Carabinieri.

È stato trovato armato con una pistola giocattolo mentre ispezionava le auto in sosta per verificare che la sua ex fidanzata non fosse in nessuna macchina. Il ragazzo minacciava tutte le coppiette appartate in macchina. Chiedeva loro di verificare l’identità della donna che si trovava nell’auto perché convinto che la ex ragazza si fosse appartata a Capo Miseno con un nuovo partner. In molti, spaventati dalla minaccia, sono scappati e hanno lanciato l’allarme. Sul posto sono giunti i Carabinieri, che lo hanno bloccato e denunciato. Durante la ricerca, il 25enne non ha trovato la sua ex.

Napoli, ladri rapinano e sparano contro un militare della Nato: l’uomo rimane miracolosamente illeso – LEGGI QUI

Tuttavia, ha contribuito a diffondere il panico. Se avesse trovato la sua ex sarebbe potuta avvenire una tragedia. Questa la bizzarra storia dell’ennesimo uomo lasciato dalla sua compagna che non riesce ad accettare la fine della storia d’amore. Si trasforma in uno stalker di coppiette per verificare che la sua ex non si trovasse lì. Proprio in quella zona pare fosse solito appartarsi con lei e quindi temeva che la sua ex andasse ancora lì, ma con un nuovo partner.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.