Bambina di 11 mesi trova coltello dentro un giocattolo: lo mette in bocca


Una bambina di 11 mesi trova un coltello all’interno di un giocattolo. Lo mette innocentemente in bocca. La piccola riesce però a salvarsi perché in quel momento non era sola. A vigilare sulla sicurezza della bambina c’era il padre. Quando si è accorto di cosa aveva trovato la figlia di 11 mesi all’interno del giocattolo, le ha tolto l’arma dalla bocca prima che creasse danni. Ha estratto un coltello rudimentale. L’arma da taglio era all’interno di un kit giocattolo acquistato dall’uomo nel discount. La piccola Poppy si è messa in bocca la lama di 13 cm trovata nella confezione di un gioco comprato nel celebre discount Poundstretcher.


Il padre le ha comprato un kit contenente piccoli attrezzi da lavoro di plastica. Studiati apposta per i bambini, sono in vendita in tutti i discount inglesi. La famiglia della piccola Poppy, composta anche dai genitori Gina Barratt e Stewart Watts, ha mostrato ai media l’arma rinvenuta. Il volto serio della madre esprime tutto il disprezzo nei confronti di chi non ha curato abbastanza la produzione del giocattolo, che rischiava di far uccidere la sua bambina di 11 mesi. Gina e Stewart sono furiosi con la casa di produzione del giocattolo . Hanno messo in guarda gli altri genitori sui rischi che i loro figli corrono con l’avvicinarsi del Natale. Probabilmente, un addetto alla produzione ha sbadatamente lasciato l’oggetto all’interno della confezione. Solo che a causa del suo errore poteva rimetterci la pelle una bimba. Per fortuna, appena ha messo il coltello in bocca, il padre gliel’ha tolto per tempo. Ecco le parole dei genitori: “Il kit era in una confezione e tutti gli strumenti erano all’interno. C’era un coltello con una lama lunga con del cartoncino arrotolato sul manico. È stato davvero spaventoso”. Il servizio clienti della produzione dell’articolo non ha risposto. Intanto, la catena di discount Poundstretcher ha predisposto un’investigazione interna.


Leggi altri articoli di News dal mondo

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close