Centovetrine, anticipazioni puntata di oggi 29 ottobre 2013

Tornano, puntuali come ogni mattina, le anticipazioni di Centovetrine. La soap opera ambientata a Torino si fa ogni giorno più interessante: giochi di potere, menzogne, inganni e piani diabolici la fanno da padroni, su Canale 5, da qualche anno a questa parte. Se siete curiosi di scoprire che cosa accadrà, in anteprima, nella nuova puntata in onda oggi, siete nel posto giusto. Prima, però, tiriamo un po’ le fila della storia.
Nella puntata andata in onda ieri, Carol Grimani ha avuto la sua prima vittoria. Sebastian le ha chiesto di collaborare, nella direzione della Holding Ferri, in modo da sostituire Laura. Ora che sua moglie è in carcere, infatti, Sebastian non riesce a sbrigare tutto il lavoro a Centovetrine. E chi meglio di una imprenditrice esperta come Carol Grimani per rimpiazzare la Beccaria? Intanto Damiano Bauer ha iniziato ad avere qualche dubbio sull’innocenza di Carol: e se fosse proprio lei l’assassina di Oriana? Per dare una risposta a questa domanda, l’ex poliziotto ha iniziato ad indagare sull’affascinante imprenditrice.

Centovetrine anticipazioni: la trama della puntata in onda oggi 29 ottobre 2013
Continua l’accerchiamento di Adam nei confronti di Sveva. L’intento del giovane manager è chiaro: separare Viola da suo marito Brando. Adam, allora, invita Sveva a cena. Ma il suo non è un invito disinteressato: Adam ha uno scopo ben preciso. Intanto, in carcere, Laura Beccaria scopre, dal racconto di Stefania, che la sua compagna di stanza è stata picchiata per colpa sua. Laura si sente in colpa ma Stefania la rassicura: ha un piano per evadere dalla prigione. Mentre le due donne stanno parlando di fughe e di evasioni, arriva la terribile Santina.
Sebastian Castelli prende una decisione molto importante per il destino di sua moglie: andrà in Germania per parlare con Margot. Cecilia scopre che Damiano sta segretamente indagando su Carol Grimani: i due hanno un’accesa discussione.

 

 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.