Guendalina Tavassi adirata contro il suo marito perchè “sfrutta” il suo ruolo di padre?

Non è chiaro se Guendalina Tavassi, con le storie postate ieri sui social, puntasse il dito contro il suo ex marito. Ma la concatenazione degli eventi lascerebbe proprio pensare che la Tavassi abbia qualcosa da ridire proprio sull’atteggiamento di Umberto. La Tavassi non ha fatto nomi ma tutti hanno pensato che si stesse riferendo al suo ex nelle ultime storie, storie in cui parla di come le persone si mostrano per quello che non sono, e di padri che sfruttano il rapporto con i figli solo per farsi vedere e magari anche aumentare i follower. Accuse certamente molto pesanti quelle che le Tavassi ha indirizzato, probabilmente al suo ex.

Lo sfogo di Guendalina Tavassi sui social

L’ex concorrente del Grande Fratello VIP ha dichiarato: “io non voglio creare guerre sui social. Non l’ho mai fatto e infatti mi prendo un sacco di insulti e cattiverie gratuitamente. Perché non ho mai detto la verità e i fatti reali. Però mi sono rotta le pa**e di vedere gente che utilizza e sfrutta i figli solo per fare follower e la vittima su Instagram. Se uno deve fare il padre o il genitore, o quello che sia lo facesse senza scrivere stronz**e o piangere o far finta di essere quello che poi realmente non si è“. Ma che cosa era successo prima? Il suo ex marito aveva postato alcune chat che si è scambiato con Chloe, la loro bambina. E aveva mostrato che sua figlia aveva scritto una cosa molto triste. Gli aveva chiesto di mandargli una foto tutta nera, perchè quello era il suo mondo senza di lui, un mondo tutto nero. E poi si era mostrato in lacrime. “E poi ti arrivano dei messaggi che ti distruggono la mattinata. Certe cose mi mettono un attimo ko. Non so nemmeno se ho la forza e la voglia di reagire o far finta di nulla. Detto questo buona giornata a tutti” aveva detto l’ex della Tavassi mostrandosi sui social con gli occhi lucidi.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.