La lettera di Aurora Ramazzotti a suo figlio: “Prima e dopo di te, tutto quello che sento”

E' commovente la lettera che Aurora Ramazzotti scrive a suo figlio nel giorno di Capodanno
Aurora Ramazzotti figlio

Aurora Ramazzotti scrive una lettera a Capodanno, la pubblica e sono parole rivolte a suo figlio. E’ commovente ciò che scrive Aurora Ramazzotti, pensa a quante volte ha sentito la frase “Pensa, tu neanche eri nata”. Parole dette dal padre o da una persona che non ricorda e a cui non aveva mai dato grande importanza ma che adesso che sta per diventare madre assumono un grande valore, quello del prima e dopo. Prima e dopo che nascesse lei, prima e dopo la nascita di suo figlio. Il prossimo capodanno sarà tutto diverso, ci sarà il suo bambino e ogni cosa che vive adesso le mostra che il tempo passa, l’orologio scorre e inizierà quel tempo, “quel tempo dopo di te”. Quante volte Aurora Ramazzotti ha ascoltato quelle parole di chi ricorda il tempo prima della sua nascita, quanta emozioni le provocano oggi. “Queste parole sono casa, ci ho costruito sotto un tetto e un comodo letto dove sdraiarmi mentre ascolto le storie di cui fanno da dolce o irruente preludio”.

Aurora Ramazzotti prima della nascita del figlio

“Queste parole sono la nostalgia di mio padre, l’orgoglio di quel tizio di cui non ricordo nemmeno il nome, la magra consolazione di uno zio che vedo solo a Natale. Parole che segnano un tempo “prima” e “dopo” di me. Che parlano di una vita, prima e dopo di me. Parole a cui forse, anzi sicuramente, non ho mai dato il giusto peso – prosegue – Mi accorgo che l’orologio scorre inarrestabile verso lo scadere del mio tempo “prima” e che frettoloso si avvicina il momento “dopo” di te. E che anche io avrò un giorno sulla bocca queste parole, spero non cariche di rimpianto, mentre ricorderò chi sono stata finora”.

Ogni cosa adesso assume il compito di essere l’ultima prima di quel tempo, del giorno in cui suo figlio nascerà. “Fa pensare che con l’arrivo di una nuova vita ci si doni nuova vita a nostra volta, e che veramente forse non ricorderò più cosa sarà stata la mia senza di te. Già adesso ogni cosa assume l’ingrato compito di essere l’ultima: l’ultimo compleanno, gli ultimi sonni, l’ultimo capodanno, le ultime carezze, l’ultimo inverno, l’ultima uscita in compagnia. E proprio così ogni ultima volta consumandosi lascerà spazio a una prima volta, che come ogni prima volta già lo so.. sarà un bellissimo disastro”. Un bellissimo disastro, quanta verità in poche parole che sembrano dette a caso ma sarà davvero così.
“Non sono mai stata in grado di visualizzare il futuro e al passato non sono tanto affezionata, forse è questo che mi rende incosciente ma libera. E quando mi chiedono se ho un po’ di sana paura non riesco proprio a rispondere di sì, perché quando ci penso, a quel momento che scandirà l’inizio del tempo dopo di te, tutto quello che sento è.. che non vedo l’ora. 2023, arriviamo. Buon anno a tutti”.

Goffredo Cerza commenta con un cuore, Aurora Ramazzotti con “ti amo” ed è il suo compagno a chiudere con il simbolo dell’infinito.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.