Bianca Atzei ancora in ospedale ma è lei a spiegare cosa è successo

Bianca Atzei distesa sul letto è ancora in ospedale ma oggi è lei a spiegare cosa è successo, come sta
bianca atzei bambino

Distesa nel letto in ospedale Bianca Atzei trova la forza per parlare, per spiegare come sta. Negli ultimi giorni molti si erano preoccupati per la sua assenza dai social. Nelle ultime ore era stato il compagno, Stefano Corti, che nel tentativo di raccontare cosa era accaduto alla cantante aveva allarmato tutti i fan di Bianca Atzei. La cantante non aveva voglia di mostrare il suo volto, non riusciva a parlare ma oggi ce l’ha fatta. Poco fa Bianca Atzei ha pubblicato delle storie su Instagram in cui spiega come sta e aggiunge che spera di tornare presto a casa ma in realtà sembra che passerà il Natale in ospedale. Ha avuto paura, lei e Stefano hanno avuto paura. Stava andando tutto bene, Bianca aveva vissuto i mesi di gravidanza godendo di ogni istante, poi i problemi di salute, il ricovero, la polmonite e il piccolino da tenere sempre monitorato.

Come sta Bianca Atzei?

Adesso riesce a respirare meglio ma soprattutto è felice perché il suo bambino sta bene, è sempre stato bene ma ha avuto davvero paura per il suo Noa Alexander. Ringrazia tutti ma la verità la dice in ciò che poi scrive.

“Ho passato giorni complicati, con esiti sempre in peggioramento per colpa di un’infezione. Ho rischiato di dover partorire e fare le trasfusioni. Sono stata fortunata e sono stata nelle mani di grandi dottori che, oltre ad aver usato la loro professionalità, hanno messo il cuore – ha scritto Bianca Atzei – Hanno curato subito l’infezione e dopo qualche giorno si è ristabilito tutto. Grazie. Non vedo l’ora di tenere in braccio Noa Alexander e sono sicura che passerà tutta questa paura che ho provato”.

Non sa quando tornerà a casa, i medici, la sua ginecologa, la tengono sempre sotto osservazione, sta meglio ma non è del tutto guarita, a complicare la ripresa la polmonite. E’ al nono mese di gravidanza, un momento delicato per lei e il suo bambino, ma sta meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.