Reality show sui precari della scuola, si accendono notizie e polemiche


Il nuovo reality targato mediaset vedrà come protagonisti i precari della scuola. Sebbene non vi siano certezze nè riguardo l’inizio della sua messa in onda (dopo il Grande Fratello?), nè riguardo il suo nome (“Non è mai troppo tardi” o “I ripetenti”?), nè su chi lo condurrà (si vocifera Alfonso Signorini e Federica Panicucci), pesanti sono le polemiche su questo nuovo format.

Nel programma, i precari della scuola avrebbero l’arduo compito di acculturare ex concorrenti dei reality show, e in cambio avrebbero l’opportunità di ottenere un sostentamento economico per dieci anni. Ma gli insegnanti proprio non ci stanno, e minacciano di boicottare il nuovo reality show. Al riguardo nascono quindi gruppi su facebook.


Massimo Donelli, direttore di Canale 5 (dove verrebbe trasmesso il reality), tenta di frenare le polemiche, in quanto il programma al momento non è stato ancora inserito nel palinsesto, e quindi è poco opportuno scagliarsi su qualcosa che ancora non è stato ufficializzato. Spiega però che questo reality show avrebbe comunque l’obiettivo di risaltare le materie scolastiche di base, sulle quali chiunque dovrebbe avere un minimo di preparazione, e che ne farebbero parte esclusivamente insegnanti preparati disposti a trasmettere quel minimo di cultura ai vip. Quindi, a detta del direttore di Canale 5, lo scopo del programma sarebbe quello di valorizzare questa professione mettendola a confronto con la frequente ignoranza di personaggi noti, ma con scarsissima cultura. Perciò per Donelli da questo programma ne trarrebbero beneficio tutti, compresi i telespettatori, che misurerebbero in tal modo il loro livello culturale.

Ma la CGIL non è assolutamente d’accordo, definendo tutto ciò una “vergogna“, e affermando che non serve un reality show a valorizzare gli insegnanti, ma servirebbe “una reale assunzione di responsabilità” da parte del governo, il quale sta attuando un’operazione di “distruzione dell’istruzione pubblica” con la Gelmini.

Anche Felice Belisario, presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, esprime il suo dissenso, affermando che le reti mediaset in questo modo trattano i precari della scuola come “fenomeni da circo“. Sostiene inoltre che Berlusconi sta tagliando i fondi alla cultura e alla scuola, inducendo in tal modo gli insegnanti “a prostituirsi moralmente” per mangiare.

Non manca poi l’indignazione di Francesca Puglisi, responsabile scuola del Pd, la quale dice che la Gelmini “agisce in perfetto stile Mediaset“, trasformando la situazione dei precari in un reality show.

Sarebbe forse il caso di dire che la cultura è importante, e non si vende.

Assunta De RosaUltime Notizie Flash su Instagram


1 commento per “Reality show sui precari della scuola, si accendono notizie e polemiche”

  1. Lucio
    13 Aprile 2011

    Vergogna.

    Commenta l'articolo


    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Riscontrata interferenza con Ad Blocker

    Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

    Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

    Grazie per il supporto, buona lettura!

    Close