Quarto grado anticipazioni 10 giugno: ultime notizie Sarah, Melania, Yara e gemelline

Anche questa sera, come ogni venerdì, torna in prima serata “Quarto Grado”, la trasmissione diretta da Salvo Sottile che cerca di mettere in luce i misteri più bui della cronaca nera, partendo da casi di attualità per cui sono ancora in corso le indagini. Cosa vedremo questa sera a Quarto Grado? Le nostre anticipazioni prevedono aggiornamenti su casi di cronaca piuttosto recenti: anche quest’oggi infatti, venerdi 10 giugno 2011, si ritornerà a parlare dell’omicidio, della morte di Carmela Melania Rea, per tutti conosciuta con il nome di Melania Rea. Melania scompare lo scorso 18 aprile, e viene ritrovata cadavere, assassinata da diverse coltellate, solo due giorni dopo in un luogo distante 18 km dal luogo che il marito Salvatore Parolisi dice di essere quello della sua sparizione, Colle San Marco. Salvo Sottile questa farà il punto sulle indagini che, a più di un mese dal ritrovamento del corpo della ventinovenne di Somma Vesuviana, sembrano tutt’ora concentrarsi sul marito della vittima, Salvatore Parolisi. Secondo gli ultimi aggiornamenti, la posizione del caporalmaggiore potrebbe complicarsi: sono in trenta le persone che hanno affermato di non aver visto Melania il 18 aprile da Colle San Marco.Ci si soffermerà molto anche sul caso di Sarah Scazzi, la quindicenne di Avetrana assassinata e gettata in un pozzo. Salvo Sottile parlerà delle dichiarazioni di Misseri, dell’interrogatorio di Ivano Russo e del suo rapporto con Sabrina Misseri.

Ancora, il programma affronterà le ultime novità emerse per quanto riguarda l’omicidio di Yara Gambirasio. In particolar modo, verrà posta attenzione sulle analisi delle tracce biologiche effettuate dai Ris. Infatti, sui vestiti della piccola ragazzina di Brembate, vi sarebbero ben 4 tracce di Dna.Infine si tornerà a parlare del caso delle gemelline Alessia e Livia Schepp: che fine hanno fatto le due bambine?

SM

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.