Baila anticipazioni: il giudice blocca lo spettacolo?

Secondo il popolare settimanale Oggi, Baila, lo show danzante la cui messa in onda era stata programmata per lunedì 26 settembre, è stato bloccato. Le anticipazioni in effetti non sembrano positive… La sentenza del giudice in merito alle accuse di presunto plagio mosse da Ballando con le stelle e la BBC (la trasmissione della Rai si rifà a un format che appartiene al colosso mediatico inglese). Ricapitoliamo i fatti: Ballando con le stelle e la BBC appunto, hanno citato in giudizio Baila! con tutti i suoi autori, con l’accusa di plagio. La Rai e la BBC ravvisavano nella trasmissione Mediaset troppe somiglianze con i loro programmi. Dal canto suo, Baila! ha sempre replicato di rifarsi al format spagnolo Bailando por un sueno. Inoltre gli autori di Baila! hanno sempre rimarcato il fatto che la loro trasmissione non aveva i vip per protagonisti in gara, ma i non famosi, coadiuvati dalla presenza dei famosi che li aiuteranno a raggiungere il premio messo in palio per il primo classificato, 100mila euro. Oggi era attesa la sentenza del Tribunale. E le notizie che circolano parlano di un rinvio nel giudizio a lunedì. Mentre tutti si esprimono in forma dubitativa, Oggi si esprime con sicurezza: la sentenza verrà effettivamente depositata lunedì, ma già è stato deciso il contenuto: Baila! così come è stato concepito non deve andare in onda. Ma Mediaset sembra stia correndo immediatamente ai ripari: vorrebbe comunque mandarla in onda ma con dei cambiamenti, come una semplice esibizione di ballo. Le controparti, Ballando con le stelle, la Rai e la BBC non si sbilanciano, preferendo aspettare lunedì per rilasciare delle dichiarazioni ufficiali, quando il giudice emetterà la sua sentenza definitiva. Non si era capito, in questi ultimi giorni, come Mediaset avesse organizzato la trasmissione, anticipando anche di un giorno la messa in onda, non mettendo in conto che il Tribunale potesse dare loro torto. Lunedì sapremo la verità e vedremo, nel caso, come si organizzeranno gli autori.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.