L’eredità torna su Rai 1: Flavio Insinna e Carlo Conti ricordano Fabrizio Frizzi, omaggio delicato

Grande attesa per la prima puntata de L’eredità condotta in questa nuova stagione da Flavio Insinna. C’è ovviamente grande entusiasmo nell’aria per questa avventura ma anche un bel po’ di nostalgia. Insinna infatti arriva a L’eredità per prendere il posto di Fabrizio Frizzi che ci ha purtroppo lasciati. In questi giorni Insinna ha dichiarato più volte di sperare di essere degno di questo incarico, un incarico che mai avrebbe voluto arrivasse in questo modo. Lui che però è stato uno dei più grandi amici di Fabrizio Frizzi darà il massimo per provare a far compagnia al pubblico a casa come ha fatto l’amatissimo conduttore prima di lui. Si parte subito con il sorriso travolgente di Carlo Conti che presenta Flavio Insinna. Un confronto molto particolare visto anche il colorito diverso dei due conduttori! Si fa per scherzare…

L’EREDITA’ PRIMA PUNTATA CON CARLO CONTI E FLAVIO INSINNA E NEL CUORE FABRIZIO FRIZZI

Inizia Carlo Conti che inaugura questa edizione de L’eredità: 

“Ecco una nuova edizione de L’eredità che sta per iniziare, in questo studio ho fatto il pilota, il co-pilota, ho dato le chiavi al nostro grande amico. Ci ha fatto un paio di scherzetti, uno scherzetto molto brutto. Tutte le trasmissioni hanno iniziato con un ricordo per Fabrizio, più che mai quindi anche noi dobbiamo omaggiarlo. Ti consegno le chiavi. Un grande applauso per Fabrizio.”

Flavio Insinna, visibilmente emozionato, ha preso in mano le chiavi degli studi che quest’anno non sono più studi DEAR ma sono proprio intitolati a Fabrizio Frizzi: ” Tu avevi detto, tornando lo scorso anno che non avresti voluto essere qui. Io posso solo dire che queste sono le chiavi più pesanti del mondo, cercheremo di meritarcele.” Un omaggio sobrio ma fatto sicuramente con grande amore.

Parte poi la puntata in stile Flavio Insinna, vedremo nei prossimi giorni che voto dare al conduttore! 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.