Emanuel Caserio ricorda il fratello morto a 9 anni: “Ho vissuto la malattia con lui”

emanuel caserio fratello

Emanuel Caserio è tra gli “affetti stabili” di Oggi è un altro giorno e Serena Bortone l’aveva avvisato che oggi la puntata non sarebbe stata semplice per lui, perché c’era una storia simile alla sua. Tra gli ospiti c’è Silvia Salemi che come Emanuel ha un dolore immenso nel suo passato, la sua sorellina è morta quando aveva solo 5 anni, il suo ricordo è struggente. Serena Bortone chiede poi a Caserio di parlare del suo dolore, di ricordare il fratellino che non c’è più. Eduardo aveva solo 9 anni, poi confida che qualcosa si è rotto. Emanuel Caserio aveva 18 anni quando il fratellino è andato via per sempre e Silvia Salemi dolcissima pensa pensa che il dolore provato dall’attore sia più forte del suo, perché ha vissuto con suo fratello, c’è un pezzo di vita che ha percorso con lui. Dormivano insieme, la malattia di Eduardo l’ha vissuta anche lui, ha sentito addosso tutto il dolore, anche quello dei suoi genitori.

Emanuel Caserio e Giulia Salemi con lo stesso dolore e la stessa responsabilità

Entrambi si sono fatti carico di un peso eccessivo, quello di ricompensare i genitori di un dolore che nessuno dovrebbe subire. E’ un compito che Emanuel e Silvia comprendono bene, che hanno vissuto in modo spontaneo ma è davvero un peso troppo grande per una bambina, per un ragazzo.

“Il mio fratellino aveva 9 anni, si chiamava Eduardo e per me era un piccolo genietto, creava delle cose fantastiche” racconta Emanuel. “Io ho vissuto la malattia perché dormiva proprio accanto a me…”. Ha vissuto tutto, la chemio, gli sguardi delle persone, le confidenze di suo fratello, tutto il dolore. Quando è morto “si è rotto qualcosa” parla di se stesso ma anche dei genitori: “È un dolore che non si merita nessuno”.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.