Niente scuse da parte di Alfonso Signorini che ci scherza anche su

alfonso signorini grande fratello vip 6

Chi si aspettava delle scuse, un discorso quanto meno significativo per spiegare quello che era successo nella puntata di lunedì sarà rimasto davvero deluso visto che per tutta la puntata del Grande Fratello VIP 6 in onda il 19 novembre, Alfonso Signorini all’inizio ha fatto come se nulla fosse accaduto, poi ha creduto di far sorridere con alcune battutacce. Il fatto è molto semplice, non ha riso nessuno. Il conduttore del Grande Fratello VIP 6 avrebbe potuto semplicemente dire quello che ci si aspettava e ossia che lui è liberissimo di esprimere il suo pensiero, senza però usare il noi. Che le intenzioni magari erano state fraintese e chiudere la situazione senza spendere troppo tempo e parole. Invece ha taciuto e a quanto pare ha preso la giusta decisione visto che oggi, nessuno è tornato a parlare della cosa e invece se avesse fatto un breve o lungo intervento, si sarebbe continuato a parlare delle sue frasi. Il caso è quindi chiuso, senza il commento del conduttore di un programma visto da 3 milioni di italiani e senza il commento di Mediaset, l’azienda che quel programma lo manda in onda.

Se Alfonso Signorini ci scherza anche su

In un primo momento quindi, tutti a fare finta di nulla, poi con l’arrivo di Giucas nel confessionale le prime battute. “Già a vederti lì mi viene l’ansia, tu non puoi capire” ha detto il conduttore del Grande Fratello VIP facendo appunto riferimento a quello che era successo la passata settimana proprio mentre Casella era in confessionale a parlare della sua cagnolina Nina. E in un secondo momento, quando Giucas ha citato la sua cagnolina, Signorini è tornato a fare battute: “basta non voglio sentir parlare di Nina questa sera” facendo ancora una volta una battuta su quanto accaduto lunedì sera.

Il caso quindi è chiuso così, e va bene anche visto che i problemi di questo paese sono altri, visto che si è liberi di cambiare canale, di non scrivere più di questo reality. Peccato perchè quando non hai la puzza sotto il caso, come nel nostro caso, ti vorresti occupare anche di tv, e di cose più leggere, perchè non c’è solo la cronaca nera, le tragedie. C’è anche il tempo per una sana risata, magari per una lacrima di commozione per una storia particolare. E invece no, ci si deve indignare per le pessime uscire di un conduttore. Che poi l’indignazione passa, e lui resta.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.