Test cosmetici sugli animali: arriva una valida alternativa

Nell’Unione europea i test cosmetici sugli animali sono vietati. Un ottimo risultato per gli animalisti, che da tempo combattevano al fine di ottenere risultati soddisfacenti da questa campagna. Ora però c’è bisogno di un nuovo metodo per effettuare test cosmetici, al fine di evitare indesiderate reazioni ai prodotti di make up e/o ai farmaci. La ricerca ha già dato i suoi frutti, e gli studiosi della New Castle University hanno dato vita ad uno nuovo esame di laboratorio utile a testare i farmaci. Esso è stato presentato nel corso della conferenza dal titolo In vitro testing industrial platform.

Dunque, mentre a livello legislativo l’Unione Europea a marzo ha vietato i test cosmetici sugli animali, è già entrata in gioco un’alternativa ad essi, al fine dare poter analizzare in modo adeguato i prodotti farmacologici e di make up.Anne Dickinson, ricercatrice presso l’istituto di medicina molecolare universitario che ha messo brevettato il nuovo test, al riguardo ha detto:  “La tecnica parte dall’impiego di cellule prelevate da campioni di sangue umano, suddivise in cellule dendritiche che attivano i linfociti T e una cascata di citochine al fine di predire le reazioni di sensibilizzazione cutanea e avverse da nuovi farmaci e da ingredienti cosmetici. Il test offre un’accurata e rapida alternativa ai test cosmetici sugli animali ed è stato già sperimentato con risultati positivi da alcune aziende farmaceutiche“. A quanto pare l’impiego degli animali può essere evitato attraverso tecniche alternative. I risultati della ricerca in questione sono molto importanti, data la nuova legislazione europea in ambito di test cosmetici sugli animali. Voi cosa ne pensate al riguardo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.