Halloween 2013: ecco gli scherzi da fare

La notte di Halloween 2013 potrete dare libero sfogo alla vostra fantasia non solo con i costumi e le feste a tema, ma anche con gli scherzi da fare ad amici e parenti. Quale occasione migliore per spaventare anche chi ci sta più antipatico?  Tra l’altro la tradizione dello scherzetto va di pari passo con quella di Halloween, infatti la leggenda racconta che la notte tra il 31 ottobre e il 1 novembre, tutti gli spiriti uscissero dalle loro tombe per andare a fare dispetti e combinare marachelle tra i vivi. E’ per questo che i bambini in maschera, che rappresentano gli spiriti, bussano alle porte chiedendo “dolcetto o scherzetto?”  Ecco allora gli scherzi che potete organizzare per Halloween 2013.

Scherzo del wc. Questo è davvero orribile! Con del sangue finto sporcate la cassetta di scarico del wc, lasciando cadere qualche goccia sul pavimento. L’effetto sarà davvero tremendo e piuttosto disgustoso!

Scherzo della Mano morta. Questo lo potete fare ai vostri familiari o ai vostri collega di lavoro. Utilizzate una mano di scheletro da far apparire all’improvviso sulla spalla di chi sta assorto a fare altro. L’effetto spavento è assicurato.

Scherzo dello scheletro. Certo, questo è un pò più difficile da realizzare perchè serve uno scheletro a dimensione reale, e solitamente non si possiede in casa! Però su internet costano davvero pochissimo e la soddisfazione che si proverà con questo scherzo, ripagherà sicuramente l’acquisto. Potete mettere questo scheletro seduto vicino la porta del vostro vicino di casa o nel letto di chi vive con vive. Che paura! Ovviamente, con uno scheletro, avete una possibilità infinita di scherzi da fare!

Scherzo della testa mozzata. E se attaccaste in casa, magari in bagno o per le scale, una testa mozzata, magari anche di una bambola? Sembra scontato, ma per chi non se l’aspetta, anche questo sarà uno scherzo tremendo.

Scherzo del topo finto. Collocatelo dove volete…è uno degli scherzi più classici, capace di procurare le urla più potenti!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.