Abbronzatura spray: ecco come funziona

Conoscete l’abbronzatura spray? Durante il periodo invernale è inevitabile che la tintarella dei mesi estivi vada via via sparendo per lasciare il posto ad un colorito più pallido e anemico. Come fare per risolvere questo fastidiosissimo (e davvero poco estetico) problema? Per far svanire in pochissimi minuti la carnagione pallida tipica dei mesi più freddi per lasciare il posto a quella bella tintarella di ci è appena tornato dalle vacanze, è indispensabile l’utilizzo dell’abbronzatura spray.

Si tratta di un trattamento cosmetico che permette di ottenere nella pelle un colorito più intenso senza per questo sottoporci all’azione dei raggi ultravioletti o all’azione dannosa delle lampade abbronzanti.

Grazie all’abbronzatura spray verrà nebulizzato nella pelle un cosmetico a base di DHA, realizzato con un estratto naturale di canna da zucchero, che riesce a rendere più scura la cheratina nello strato più esterno della nostra epidermide.

Quando utilizziamo l’abbronzatura spray, non dobbiamo trascurare che non ci protegge assolutamente dai raggi solari e, pertanto, non può essere utilizzata al posto della classica crema solare. Dobbiamo trattarlo, quindi, come se fosse un semplice cosmetico che ci trucca dandoci un aspetto più abbronzato.

Questo particolare make up dura solo una manciata di giorni e poi tenderà a svanire del tutto in modo omogeneo man mano che lo strato esterno della pelle cambia. Essendo un prodotto che va applicato sulla pelle, sarebbe comunque meglio affidarsi ad un centro specializzato per scegliere l’abbronzatura spray più adatta alla vostra pelle, facendo anche attenzione agli ingredienti contenuti nel cosmetico, onde evitare che vi possano provocare una reazione allergica.

Prima di ogni applicazione del prodotto, sarebbe meglio pulire adeguatamente la pelle, meglio se dopo aver effettuato uno scrub, in modo che l’epidermide sia completamente priva di residui di trucchi, creme o sporcizia presente nell’aria e che si posa su di noi quando meno ce ne accorgiamo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.