Come procedere quando i nostri termosifoni fanno i capricci

Sta per arrivare il momento di accendere i nostri amati termosifoni,per riscaldare il nostro appartamento. Con la pioggia soprattutto sentiamo la necessità di accenderli perché le case si inumidiscono, e quel tepore ci fa proprio bene. Dopo un anno però potrebbe succedere che le piastre dei termosifoni rimangono fredde. Niente panico vi diamo dei consigli da provare senza allarmarci e chiamare disperatamente un tecnico. Prima di tutto verifichiamo se effettivamente li abbiamo accesi per bene se così è e  non si accendono aspettiamo una mezzora. Controlliamo la pressione dell’acqua, guardando sulla caldaia l’ago della pressione. Se risulta inferiore a 2 bar, cerchiamo la leva di pressione dell’acqua, posta comunemente nella parte inferiore della caldaia.

Apriamola leggermente, fino a visualizzare non più di 2 bar di pressione (attenzione a chiudere bene la leva non appena raggiunta la pressione di 2 bar). Troppa pressione potrebbe far riscontrare un anomalia. Sotto la caldaia di solito deve esserci un rubinetto di colore rosso, che serve a scaricare la pressione dell’acqua.

Attenzione alla muffa sui muri e nel frigo clicca qui

Apriamolo, facendo attenzione alla pressione dell’acqua bollente  e vedremo immediatamente calare l’ago di pressione. Ora rientriamo in casa e controlliamo le piastre dei nostri riscaldamenti. Se le sentiamo ancora fredde allora prendiamo n bicchiere di plastica vuoto, apriamo le valvole al fianco dei termosifoni e facciamo uscire l’acqua. dopo pochi secondi sentiremo riscaldare le piastre.
Continua a leggere come pulire le piastre dei termosifoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.