Tutti i consigli per ridare vita ai mobili antichi con il fai da te


Ecco come fare per pulire e mantenere sempre in splendida forma i vecchi o meglio i mobili antichi. Cerca di modificare l’assetto originario del mobile il meno possibile: la sua bellezza è data anche dalle piccole imperfezioni, screpolature e segni del tempo. Come sai non sempre quando restauriamo un mobile lo sverniciamo, anzi! Pensa che un mobile antico sverniciato perde quasi completamente il suo valore antiquariale. Procedi quindi sempre con cautela e dopo aver fatto un’analisi del mobile e aver deciso che merita un recupero della patina originale procedendo passo dopo passo come ti indichiamo. Spolverare il mobile con un panno o con un eventuale pennello arrivando in tutti i punti più difficili.

Smontare tutte i raccordi metallici sia delle maniglie e di tutte le ferramenta del mobile. Puoi lavare il mobile con acqua tiepida e scaglie di sapone di Marsiglia, oppure, nel caso di sporco intenso, acqua e ammoniaca, dal potere fortemente sgrassante e lasciare asciugare. Evita un errore grossolano che sono in molti a compiere: il flatting e lo smalto, che coprono snaturando la peculiarità del legno.

COME PULIRE I MOBILI E I PAVIMENTI IN GRES LAMINATO – LEGGI QUI


Dopo aver preparato una vernice di gommalacca molto diluita passa un tampone quasi asciutto sulla superficie e riprendi il lucido originale del mobile. Le prime passate toglieranno altro sporco dal mobile e ti consiglio di cambiare frequentemente lo straccio del tampone. Chiudi i piccoli fori del tarlo, le fessure o i segni sulla superficie con lo stucco di cera. Decisamente meglio, se non sei esperta, pulire il mobile e eventualmente ravvivare il colore, utilizzando tinture a acqua come i mordenti, da mescolare all’acqua in proporzioni differenti a seconda della sfumatura che vuoi ottenere. Puoi ultimare il lavoro passando la superficie del mobile con 50% di petrolio e 50% di olio paglierino, utile anche come anti-tarme. Una volta asciutto, dopo circa 3-4 giorni, potrai passare una mano di cera d’api con un panno morbido o di lana.


Leggi altri articoli di Casa

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close