Come pulire l’anello di fidanzamento: cosa fare e cosa no

pulire anello fidanzamento

L’anello di fidanzamento è un gioiello di cui prendersi cura con grande attenzione. Pulirlo spesso, e soprattutto nel modo corretto, è il modo migliore per vederlo sempre brillare. Ci sono degli errori assolutamente da evitare quando si decide di pulire un anello con brillanti e alcuni consigli assolutamente da seguire, invece, per ottenere discreti risultati.

Come pulire l’anello di fidanzamento: consigli utili

Quando si decide di pulire l’anello di fidanzamento il consiglio migliore da tenere in considerazione è quello di creare un’apposita soluzione con acqua tiepida e sapone per piatti. Immergete il vostro anello di fidanzamento per una mezz’ora e, una volta tolto dall’acqua, potete procedere alla pulizia della pietra usando uno spazzolino morbido che possa eliminare la sporcizia accumulata.

Oltre al sapone per i piatti, si possono usare anche usare shampoo o bagnoschiuma mentre sono assolutamente da evitare prodotti idratanti perché hanno come conseguenza quella di togliere brillantezza alla pietra e all’oro stesso (che potrebbero sembrare unti). Una volta lavato, l’anello deve essere asciugato in modo corretto. Evitate di usare la carta perché, anche se liscia, potrebbe in qualche modo graffiare il vostro gioiello in modo irreparabile. Optate allora sempre per un panno morbido di cotone. Potrete anche decidere di far asciugare l’anello all’aria, ottenendo discreti risultati.

Tra gli errori assolutamente da evitare c’è quello di affidarsi a prodotti troppo aggressivi contenenti per esempio ammoniaca, candeggina, cloro e acetone che sono in grado di danneggiare pietre e oro. Ancora, assolutamente vietati sono anche i prodotti abrasivi. Dentifricio, bicarbonato di sodio o detergente in polvere possono infatti facilmente graffiare i metalli, in particolare l’oro.

Quanto spesso deve essere lavato l’anello di fidanzamento? In generale, una volta alla settimana specie se siete solite non toglierlo durante le faccende di casa. Cucinando potreste infatti sporcare l’anello ma non solo: anche l’uso di cosmetici potrebbe essere deleterio per il vostro gioiello che potrebbe farsi opaco e brutto da vedere. La cosa migliore da fare sarebbe quella di togliersi l’anello durante la fase di trucco oppure usare guanti protettivi per fare le faccende di casa in modo da proteggere il vostro prezioso gioiello dagli agenti esterni.

In ogni caso, un paio di volte all’anno è comunque consigliabile portare l’anello dal vostro gioielliere di fiducia in modo che lui possa pulirlo con prodotti di livello professionale che ripristinino la brillantezza della pietra in modo sicuro e efficace. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.