La spesa perfetta in estate: 10 regole da seguire per frutta e verdura

Frutta e verdura d'estate devono essere consumate e trasportate nel giusto modo per non diventare nocive. Ecco i consigli della Coldiretti
spesa estate cosa comprare

Il caldo si fa sentire e se non ve ne siete accorti per l’uso smodato del condizionatore che starete facendo in questi giorni, ci sono i classici servizi in tv che ci ricordano di bere tanto, di mangiare frutta e verdura e di non uscire di casa nelle fasce orarie più a rischio…E allora oggi vogliamo parlarvi proprio dell’estate e della spesa che dovremmo fare tra giugno e metà settembre. Oggi quindi, in 10 regole, vi spieghiamo come fare la spesa perfetta per l’estate.

Consumare frutta e verdura d’estate è fondamentale e tante volte è il nostro organismo stesso ad aver bisogno di questi alimenti. Oltre che per questione di dieta e di linea, sono fondamentali anche per mantenere la giusta idratazione corporea. Al tempo stesso però, fare la spesa e acquistare questi alimenti freschi, con il forte caldo può essere molto rischioso. Frutta, verdura, così come latte, carne, yogurt, se non trasportate a casa nel modo giusto, possono alterarsi e diventare molto rischiosi per la nostra salute. La borsa termica quando si va al supermercato d’estate è un’alleata fondamentale. Gli esperti della Coldiretti hanno stilato un decalogo con degli utilissimi consigli per la nostra spesa estiva. Oggi giorno è chiaro, non è semplice. Ci sono gli aumenti da tenere sempre in considerazione, ci sono degli alimenti che costano troppo, ma con un po’ di attenzione, riusciremo a mettere nel carrello tutto quello che ci serve magari anche approfittando delle tante offerte che ci sono nei vari supermercato oppure affidandoci al nostro fruttivendolo di fiducia. Il mercato, può essere anche una valida alternativa.

10 regole per la spesa in estate

1. Effettuare acquisti ridotti e ripetuti nel tempo

2. Scegliere la frutta con il giusto grado di maturazione, non appassita o quasi marcia, con aspetto turgido e non eccessivamente necrotizzata nei punti di taglio

3. Verificare l’etichetta e preferire le produzioni e le varietà locali da acquistare direttamente dai produttori o nei mercati degli agricoltori a chilometri zero: non essendo soggette a lunghi tempi di trasporto, durano di più

4. Preferire varietà di stagione, che hanno tempi di maturazione naturali; la stagionalità è una delle cose principali

5. Prediligere, compatibilmente con le esigenze, frutti interi (ad esempio, il cocomero) che si conservano più a lungo.

6. Fare la spesa poco prima di recarsi a casa ed evitare di lasciare troppo a lungo la frutta e verdura dove il sole e le alte temperature favoriscono i processi di maturazione.

7. Se in auto c’è l’aria condizionata, meglio riporre le buste della spesa sul sedile posteriore, che nel bagagliaio.

8. Mantenere separate le confezioni delle diverse varietà di frutta e verdura acquistate. E preferite sempre le buste di carta ai sacchetti in plastica.

9. In casa, mantenere separata la frutta e la verdura che si intende consumare a breve, da quella che si pensa di conservare più a lungo: la prima può essere messa in un portafrutta al buio eventualmente coperta da un tovagliolo e comunque lontano dai raggi del sole, mentre la seconda va tenuta in frigorifero, ma lontano dalle pareti refrigeranti.

10. E’ opportuno che la frutta venga posta stesa sul contenitore per evitare ammaccature e che marcisca.

Fonte decalogo: Coldiretti 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.