Threading: la depilazione con filo orientale

L’esigenza di avere una pelle liscia, eliminando l’antiestetico problema dei peli superflui, è sicuramente comune a tutte le donne. Tra le nuove tecniche giunte in Italia, c’è quella con il filo orientale, la cosiddetta “Threading”, che già da tempo stava impazzando nei centri estetici più cool di Londra e New York.

Questo metodo di depilazione nasce dalla tradizione dell’antico oriente, dove le donne imparano ad utilizzare un semplice ma resistente filo di cotone per rimuovere i peli. Il filo si mette fra le dita come una spirale, e da un altro lato è legato al collo o stretto tra i denti di chi depila, in modo da far leva ed eliminare i peli in qualsiasi parte del corpo: il filo riesce ad estirpare il pelo alla radice provocandone l’indebolimento nel tempo e non causa rossori. E’ comunque particolarmente indicato per zone sensibili, quali sopracciglia e labbro superiore.

Se usata male però, questa tecnica sortisce l’effetto contrario, irrobustendo il pelo: occorre quindi molta pazienza, pratica e abilità manuale.

La tecnica del Filo Orientale, molto interessante da vedere applicata, non ha nessun tipo di controindicazione perché rispetta l’estrazione del pelo in modo molto naturale ed è utile per chi ha problemi di allergia con cerette e creme; è inoltre più veloce della pinzetta e meno dolorosa. Quindi, per essere trendy, esclusive e depilate per bene, non resta che provarla! Ancora un suggerimento però: affidatevi sempre a chi vi dà garanzia di igiene e pulizia, perché il filo si usa una sola volta per cliente e non va riciclato.

Cristina Lucarelli

3 responses to “Threading: la depilazione con filo orientale

  1. E aggiungiamo anche che è perfetto per quelle zone “sfigate” (termine tecnico) dove hai quei 3 pelacci neri e lunghi, mentre tutto il resto è sottile e invisibile peluria bionda, che la ceretta devasterebbe.

    Randagia, che a Torino ha trovato il posto giusto, e vi augura di trovarlo anche nella vostra città!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.