Vans e Van Gogh si uniscono per una grandiosa collezione: l’arte dell’800 incontra la moda di oggi

Vans x Vincent Van Gogh collezione

Il marchio Vans incontra Van Gogh e ne esce fuori una vera e propria collezione. Uno dei brand più amati dai giovani si unisce a uno dei più grandi pittori dell’800. Opere da decine di milioni euro rappresenteranno le scarpe che porteremo ai nostri piedi. Due mondi si avvicinano e da qui nasce una collaborazione davvero inaspettata! Il brand ha scelto di utilizzare, dunque, alcune delle opere più famose del noto pittore olandese per creare scarpe, zaini, felpe e persino cappelli. Due mondi che hanno molto in comune, sebbene sembri impossibile, si uniscono creando la collezione “Vans x Vincent Van Gogh“.

VANS X VINCENT VAN GOGH, ARRIVA LA COLLEZIONE CHE UNISCE L’ARTE DELL’800 E LA MODA DI OGGI

Inaspettatamente uno dei brand più amati dai giovani si unisce con le opere di uno dei pittori più apprezzati dell’Ottocento, arrivando a creare la collezione Vans x Vincent Van Gogh. Una parte dei ricavi delle vendite di queste scarpe sarà destinata alla tutela del patrimonio e della collezione d’arte di Vincent Van Gogh. Il brand ha scelto alcune tra le 2100 opere prodotte dal pittore olandese. Non solo, ha anche scelto qualcuna non molto famosa.

La collezione tanto attesa, soprattutto dagli amanti dell’arte, è finalmente accessibile sul sito ufficiale della Vans, all’indirizzo www.vans.com/shop/van-gogh. I prezzi variano dai 40 ai 70 euro per quanto riguarda le scarpe. Ma non solo, è possibile anche acquistare felpe, cappelli e zaini realizzati in collaborazione con il Van Gogh Museum. I prezzi, in questo caso, possono variare dai 40 ai 140 euro. Coloro che amano vestire con questo brand ora sapranno di poter anche indossare le opere d’arte del celebre pittore olandese. Al momento sono cinque i modelli disponibili sullo store ufficiale del noto marchio di moda. Le opere che sono state riprodotte e inserite su tela sono Il teschio del 1887, Autoritratto del 1887-1888, I Girasoli del 1889, Fiori di Mandorlo nel 1890 e Vecchia vigna con contadina del 1890. C’è anche un modello che è ispirato a una delle lettere scritte dal pittore al fratello Theo.

Ad Amsterdam il Direttore del Van Gogh Museum, Axel Rüger, durante un’intervista su Vanity Fair ha dimostrato di essere molto entusiasta di questo importante progetto. “Credo che Van Gogh, se fosse vissuto oggi, sarebbe stato molto intrigato da queste connessioni con altre forme di espressione. Per lui la cosa importante non era tanto rendere le persone felici, quanto ispirarle.” Rüger ha poi continuato: “Questa, per estensione, è la missione di questo Museo: trovare sempre forme di collaborazione con altri artisti e con altri canali di comunicazione, dal teatro alla danza. Perché non la moda, quindi? L’età media dei nostri visitatori è la stessa di chi compra e indossa le sneaker Vans. Il connubio ci è sembrato perfetto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.