Come calmare il pianto del neonato, ecco alcuni consigli utili

come calmare pianto neonato

Come calmare il pianto di un neonato? Oggi vogliamo darvi alcuni consigli utili per riuscirci. Per i neo-genitori ascoltare il proprio bambino piangere può essere davvero insopportabile. Si ha spesso la sensazione di essere impotenti di fronte a quella che percepiamo come la sua sofferenza. A quanto pare però esistono 5 mosse proposte dal pediatra delle mamme vip di Hollywood, Harvey Karp. Si tratta di: Swaddling, Side/Stomach, Shushing, Swinging, Sucking. Scopriamo in cosa consiste questo metodo e come metterlo in atto per calmare il pianto del neonato.

COME CALMARE IL PIANTO DEL NEONATO, LE 5 MOSSE DI HARVEY KARP

Secondo il pediatra di Hollywood Harvey Karp, il pianto del bambino porta a diverse conseguenze per le mamme e i papà. Questo provoca la perdita del sonno, l’affaticamento, l’ansia e l’esposizione a forti rumori. A volte si tratta di coliche, ma in altri casi no. Per calmare il pianto del neonato ci si può dunque avvalere delle 5 S, Swaddling, Side/Stomach, Shushing, Swinging, Sucking. La validità di questo metodo è stata dimostrata da una ricerca portata avanti presso l’Hospital of the King Daughter’s di Norfolik, in Virginia, che è stata pubblicata sulla rivista Pediatrics. Scopriamo quali sono queste 5 mosse per calmare il pianto del neonato.

La prima è quella di tenere il braccio lungo il fianco del piccolo, come se fosse avvolto in fasce. Le gambe e le anche devono essere lasciate libere così che possa muoversi. Anche girare il neonato su un fianco, o sulla pancia, può essere un metodo per calmarlo. Ricordiamo però che il bambino non deve dormire in questo modo ma a pancia in su. Molto utili possono essere i rumori bianchi, come “shhh” prodotto in modo prolungato, che ricorda i rumori che il bimbo avvertiva nella pancia della mamma. Un esempio è l’aspirapolvere accesa. Questi rumori possono calmare il bambino ed esistono diverse app per smartphone che li riproducono.

Cullare il bimbo tra le braccia è l’altra mossa da fare, con un’oscillazione veloce ma breve, che non provochi l’insorgenza di coliche. Non bisogna però scuotere mai i bambini, in quanto può essere pericolosissimo. Infine la suzione è il metodo migliore per calmare il pianto del neonato. Dunque allattare a richiesta può aiutare.

Insomma, ogni bambino preferirà una o più mosse per calmarsi nei momenti di pianto. Sta ai genitori capire quale sia il metodo più adatto al proprio figlio, che non sarà di certo identico a quello di un altro bambino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.