Punture insetti bambini, ecco come riconoscerle e quali sono i rimedi


punture insetto bambini

Le punture di insetti per i bambini sono molto frequenti con la bella stagione. Infatti si sta spesso all’aria aperta e dunque i rischi aumentano. E’ bene imparare a riconoscere le punture dei diversi insetti al fine di individuare il rimedio più adatto per ognuna di esse. Scopriamo quindi quali sono le punture di insetto più frequenti e cosa fare per porvi rimedio.

Punture insetti bambini: le più frequenti sono quelle di zanzara

Le punture di zanzara, in estate, sono davvero molto frequenti. Si tratta quindi di un insetto molto odiato, anche perché spesso le sue vittime sono proprio i bambini. Ma come si riconosce la puntura di zanzara rispetto alle altre? Si tratta di una bolla, le cui dimensioni possono variare, di forma tondeggiante. Appare arrossata dopo la puntura. Quali sono i rimedi? Il problema maggiore deriva dal prurito che queste bolle provocano. Si può dunque applicare una pomata a base di unguenti naturali, come ad esempio la calendula, In alcune circostanze potrebbe essere necessaria una crema antibiotica, se c’è un’infezione, oppure una pomata antistaminica. Sarà il pediatra ad indirizzare i genitori in questo senso.

Punture di pulci e zecche: ecco come riconoscere queste punture di insetti nei bambini

Altro pericolo a cui stare attenti sono le punture di pulci e zecche. Per quanto riguarda le pulci, queste di solito colpiscono gli animali domestici ma non è detto che non lo facciano anche con l’uomo. In questo caso si può riconoscere la puntura dalla presenza di una piccola bolla rossastra e spesso se ne trovano più di una vicine. Le punture di zecca, invece, è più difficile da individuare. Questo insetto può rimanere attaccato al corpo per diversi giorni. Si riconosce dunque proprio perché c’è la zecca. Cosa fare a questo punto? Bisogna rimuovere la zecca con una pinza, staccandola ma evitando di schiacciarla. Una volta rimossa, bisogna disinfettare l’area colpita. Nel caso in cui si presentasse un eritema, bisogna contattare il medico curante del bambino al fine di indagare più a fondo.

Punture insetti bambini: cosa succede quando pungono vespe, api, calabroni

Quando i bambini vengono punti da insetti come vespe, api e calabroni, possono provare dolore. Inoltre possono esserci delle reazioni allergiche. In questo caso, l’intervento deve essere immediato. La puntura di vespe, api e calabroni si riconosce proprio per il dolore intenso, che è poi seguito da prurito, gonfiore e anche arrossamento. Talvolta rimane conficcato il pungiglione dell’ape e si riconosce perché è possibile vedere un puntino nero. I calabroni e le vespe non lasciano invece il pungiglione. Se c’è il pungiglione va rimosso con una pinzetta o un ago sterile. Si può poi fare un impacco con ghiaccio applicando successivamente una crema antistaminica. Per il dolore forte, si può ricorrere al paracetamolo. Se si presentano pallore, difficoltà respiratorie e sudorazione intensa, è bene andare immediatamente in pronto soccorso.

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.: 03370960795 - Iscrizione REA: 307423

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

 

Close