Come fare i compiti per le vacanze senza stress

bambini compiti vacanze

Come fare i compiti per le vacanze senza stress? Questo è quello che si stanno chiedendo molti genitori, i cui figli probabilmente, data l’estate, non ne vogliono proprio sapere di fare i compiti. In effetti, dopo un anno dedicato agli impegni, fare i compiti per le vacanze può risultare una tortura per bambini e ragazzi. E’ però importante che vengano svolti, per non subire uno stacco troppo netto tra giugno e settembre. Il rischio è quello di arrivare gli ultimi giorni prima del rientro senza aver fatto nulla e di ritrovarsi a dover svolgere i compiti con stress e ansia all’ultimo minuto. Vediamo quindi come fare i compiti per le vacanze senza stress.

COME FARE I COMPITI PER LE VACANZE SENZA STRESS: I CONSIGLI UTILI PER TENERE LA MENTE ALLENATA SENZA RINUNCIARE AL DIVERTIMENTO

Il primo consiglio per i genitori è quello di non stare troppo addosso ai bambini con la storia dei compiti per le vacanze. Va bene stabilire una tabella di marcia, ricordandosi però che i bimbi sono in vacanza e che, giustamente, vogliono divertirsi un po’ prendendosi del tempo per lo svago.

Dunque, una volta iniziate le vacanze, e considerando anche gli impegni come ad esempio il centro estivo, i bambini possono essere lasciati un po’ liberi di divertirsi senza il pensiero dei compiti. Bisognerà decidere insieme al proprio figlio il momento in cui iniziare i compiti. Ogni famiglia dovrà trovare la soluzione più adatta. In base alla quantità dei compiti per le vacanze da svolgere, si dovrà decidere se farne un po’ al giorno, più o meno tutti i giorni, oppure se scegliere un paio di giorni a settimana, nei quali dedicare un paio di ore.

Creare una routine è importante. Il bambino deve sapere che in un certo orario si dovranno svolgere i compiti in modo graduale. Si può scegliere la mattina, oppure il pomeriggio e la sera. Questo dipende anche dalla concentrazione del proprio figlio. Alcuni preferiscono fare i compiti appena svegli, altri dopo pranzo, qualcun altro predilige le ore serali, prima di andare a dormire.

La sera, o anche al mare, ci si può ritagliare del tempo per leggere i libri assegnati per l’estate, da soli o in compagnia dei genitori. Questo dipende anche dall’età dei bambini. Insomma, l’importante è che non vivano i compiti per le vacanze come una costrizione, sapendo che possono divertirsi durante l’estate dedicando un po’ di tempo anche al dovere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.