Occhi rossi o sporchi nel neonato: cosa fare?

Occhi rossi o sporchi nel neonato: cosa fare?

Può capitare che i neonati abbiano gli occhietti rossi oppure sporchi e appiccicosi. Può succedere e la cosa è molto più frequente di quanto si potrebbe pensare. Occorre però sapere come muoversi per fare in modo che gli occhi rossi oppure “impastati” non creino fastidio ai piccolini. Alcuni consigli possono essere importanti per salvaguardare gli occhi dei neonati che sono davvero molto delicati nei primi mesi di vita. Un colpo di fresco, piccoli graffi procurati dal bambino possono essere tra le cause più frequenti che causano arrossamento. Molto spesso poi il dotto naso-lacrimale non ancora perfettamente aperto può essere causa di secrezioni giallastre o bianche. Cosa fare in caso di occhi rossi o sporchi nel neonato per essere certi di non sbagliare?

Occhi rossi o sporchi nel neonato: le cause

Come anticipato, i fattori che possono determinare disturbi agli occhi possono essere molti. Gli occhietti nei primi mesi di vita del bambino sono davvero molto delicati. Può capitare allora che il vento possa infiammare gli occhi, facendoli diventare rossi o appiccicosi. Ma anche polvere, pollini o qualsiasi altra cosa, anche minuscola, che può entrare nell’occhio possono essere causa di questo disturbo. Ancora, in alcuni casi può essere il bambino stesso che, strofinandosi l’occhio, può procurarsi piccoli graffi o sfregamenti. Insomma le cause degli occhi rossi o sporchi nel neonato possono essere davvero tante e tra queste c’è anche la non perfetta apertura del dotto naso-lacrimale, un piccolo condotto che permette il drenaggio delle lacrime.

Come dicevamo, alla base di questo disturbo c’è il fatto che gli occhi siano molto delicati nei primi mesi di vita, questo perché le lacrime non vengono ancora prodotte e quindi manca per i piccoli una sorta di barriera difensiva contro corpi estranei e batteri.

Occhi rossi o sporchi nel neonato: cosa fare

Se i vostri piccoli soffrono di questi disturbi degli occhi, dunque, non allarmatevi. Nella maggior parte dei casi, ovviamente in assenza di patologie specifiche, non si tratta di qualcosa di grave. Ma cosa fare per ovviare a questi disturbi, qualora si presentassero? Tenere puliti gli occhietti con delle soluzioni apposite, che riproducono la natura ipertonica delle lacrime, è la sola cosa da fare. Va comunque sempre evitato il fai da te soprattutto quando si tratta di bimbi molto piccoli. Rivolgersi al pediatra per individuare il migliore prodotto per la cura degli occhietti è la cosa più consigliata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.