Come abituare il neonato a dormire in culla?

Come abituare il neonato a dormire in culla?

Come abituare il neonato a dormire in culla? Molte mamma temono di addormentarsi con il bambino nel lettone perché hanno paura di schiacciarlo. Il rischio infatti c’è e in alcuni casi la pratica di dormire nel lettone con un bambino piccolo è molto sconsigliata nonostante siano tanti gli studi che sottolineano gli effetti benefici del co-sleeping su mamma e neonato. 

Ma come fare per abituare il piccolo a dormire nella sua culla? E quali sono i consigli da seguire affinché questo passaggio non sia troppo traumatico per lui e per la madre che in qualche modo deve “staccarsi” dal suo bambino?

 

Come abituare il neonato a dormire in culla?

Elisabetta Formenti, ostetrica dell’ASST Fatebenefratelli Sacco, dà alcuni preziosi consigli alla luce della sua esperienza con i piccoli. E indica nel far dormire il neonato in culla una buona cosa per fare in modo che anche la mamma possa riposare tranquillamente senza l’ansia di schiacciare il neonato nel lettone. Il riposo della madre, specialmente nei primi mesi di vita del bimbo, è sacrosanto. Dormire senza ansia, quando il bambino riposa, è dunque fondamentale per recuperare preziose energie. 

La culla insomma è preferibile al lettone? Sì, specialmente quando la madre è fumatrice, fa uso di farmaci o sedativi, e anche in caso di obesità e disturbi del sonno. L’esperta ritiene che l’utilizzo della culla accanto al letto (next to me) possa essere la migliore soluzione da mettere in pratica per avere il neonato nelle vicinanze ma non direttamente nel lettone. 

Consigli per abituare il neonato a dormire in culla

Usare supporti a U in grado di simulare l’abbraccio materno, per esempio, è un prezioso consiglio da seguire. La culla infatti non deve essere un ambiente troppo ampio perché il neonato ha bisogno di sentirsi protetto così come lo era dentro la pancia della mamma. Ecco che allora diventa molto importante ricostruire in culla un ambiente contenitivo, che ricordi quello uterino.

Si potrebbe anche pensare di posizionare all’interno della culla un indumento della mamma che possa ricordare al piccolo il suo odore: potrebbe essere utile per farlo stare tranquillo. E’ vero anche poi che ogni bambino è a sé e non tutti evidenziano le stesse difficoltà a dormire da soli nella culla quindi dipende da caso a caso.

Il consiglio, specialmente nei primi mesi di vita del piccolo, è quello di non lasciarlo a dormire in una camera da solo ma di tenerlo sempre vicino per averlo perennemente sotto controllo e intervenire prontamente, quindi, in caso di bisogno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.