Libri da leggere, Il resto di niente

Libri da leggere- Recensioni

Il resto di niente

“Il resto di niente”è il romanzo storico di Enzo Striano edito da Mondadori (1986) che ha come protagonista Eleonora Pimentel Fonseca, detta Lenòr, eroina e martire della Rivoluzione Napoletana del 1799.

Trama. Insieme alla sua famiglia di nobili origini portoghesi, la giovanissima Eleonora giunge a Napoli, proprio nel giorno della Festa di Piedigrotta. Da lì si dipana tutta la sua vicenda personale di donna,   ma anche di poetessa e letterata –vicenda scandita anche da momenti tragici, come la fine del suo infelice matrimonio e la perdita prematura del suo unico figlio. Il romanzo descrive anche la sua parabola di rivoluzionaria politica: venuta a contatto con alcuni intellettuali rivoluzionari dell’epoca come Vincenzo Cuoco e Gennaro Serra di Cassano, durante i moti si unì ai patrioti della Rivoluzione nel corso del 1799 fondando persino un giornale, il “Monitore Napoletano”. La Repubblica Partenopea però fu rovesciata grazie all’intervento delle truppe della Santa Sede venute in soccorso dei Borbone, i patrioti arrestati, imprigionati e processati in massa, subirono la condanna capitale o l’esilio. Lenòr purtroppo trovò la morte per impiccagione in Piazza Mercato nell’agosto del 1799.  Un ritratto a tutto tondo di una donna passionale e volitiva, vivo ed intenso che ancora oggi a distanza di secoli riesce a lasciare un’impronta nell’immaginario collettivo di una città come Napoli.

Citazione. ”Vacilla. Mastro Donato il boia la sorregge, poi la spinge, con delicatezza. Le tiene una mano per farla salire sopra lo scaletto. Prima di dare il calcio la guarda, con occhio serio, un po’ aggrondato”.

Simona Coppola

One response to “Libri da leggere, Il resto di niente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.