Libri da leggere, Storia della mia gente

Libri da leggere  – Recensioni: Storia della mia gente.

Quest’anno non hanno premiato la fantasia di Ammaniti, il dolore di Scarpa o la realtà cruda di Pennacchi come fecero l’anno scorso. Parliamo del Premio Strega, premio di letteratura istituito nel 1947. Quest’anno la critica ha voluto premiare il bellissimo e sentito testo di Edoardo Nesi, Storia della mia gente, Bompiani 163 pagine. Avevamo sentito parlare di lui per libri come L’età dell’oro, Rebecca o Fughe da Fermo, che lo stesso Nesi ha poi sceneggiato e diretto a livello filmico. Quest’anno si è soffermato sulla sua gente, come dice lo stesso titolo del libro. Una realtà ambientata a Prato, una piccola ditta tessile che Nesi ha ereditato. Poi è venuta la piu’ grande bancarotta economica degli ultimi trent’anni. Così l’economia tessile fallisce e lo stesso autore è stato costretto a vendere. Con lucidità, mettendo insieme un mix fra autobiografia, saggio uscendo fuori un’opera che ricorda molto il racconto alla John Fante, l’autore è intento nel descrivere con precisione un dramma. E’ il dramma della sua epoca basata su un’economia utopica che tende a generare profitto, indebitandosi, un profitto sempre potenziale, sempre futuro. Mai vero e attuale. Partendo dalle esperienze universitarie americane, Nesi giunge a criticare il cosiddetto Sistema Italia osannato all’inizio degli anni ’90 ma poi rivelatosi fallimentare. Una chirurgica descrizione di un disastro economico che inevitabilmente colpisce anche le relazioni sociali. Non è solo Prato, l’Italia o le banche americane che sono costrette a cambiare assetto economico. E’ l’uomo stesso che si trova incatenato in un sistema economico in cui la sopravvivenza è garantita da fattori più grandi di lui. Da leggere, forse, per rendersi conto di cosa accade in questi ultimi tempi.

Gabriele Scardocci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.