La tessera sanitaria dice addio alle vecchie ricette

File interminabili dal medico per prendere delle semplici ricette oppure non ci si può muovere da casa e non si sa come andare a prendere le proprie ricette? Ora è finita l’era delle ricette cartacee hanno preso il via le ricette elettroniche. In alcune regioni come la Valle d’Aosta questo sistema è già attivo ma nelle altre regioni non tarderà molto ad arrivare, alcune si aggregheranno già ad aprile a questo nuovo metodo. Le ricette elettroniche faranno risparmiare alla Sanità ben 2 miliardi di euro l’anno, quindi un grande risparmio anche riguardo alla spesa pubblica. L’acquisto delle medicine sarà sempre il medesimo con la tessera sanitaria in farmacia. Funzionerà in questo modo: il cittadino si dovrà recare in farmacia con la propria tessera sanitaria ed un codice, (il codice sarà inviato alle farmacie, alla Regione e al Ministero dell’Economia), in questo modo si avrà anche un maggiore controllo delle ricette fatte dai medici. La ricetta cosi parte dallo studio del medico che la compila on line e arriverà così tramite la linea ad i vari organi interessati.La sperimentazione è conclusa e quindi è stato dato il via al vero e proprio uso di questo nuovo metodo. Non si dovrà più uscire con le ricette cartacee dallo studio medico del proprio dottore ma che consegnerà al proprio paziente semplicemente un codice che sarà l’equivalente della ricetta e che permetterà al farmacista di identificare con il codice il paziente intestatario della ricetta. Molto presto si dovrebbe avere l’annuncio delle date per quanto riguarda l’adesione di tutte le altre regioni.

Vanessa Gentili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.