Ragazza passa dall’obesità all’anoressia: le restano pochi mesi di vita

Una notizia, quella che ci arriva dalla Gran Bretagna, che lascia ampio spazio alla riflessione e spinge tutti ad affrontare con la giusta consapevolezza il desiderio di dimagrire ad ogni costo.

Già, perché proprio questa è stata la molla che è scattata in Malissa Jones, una ragazza di appena 21 anni, che vive nel North Yorksire. 18 mesi fa Malissa pesava 174 kg e con un bypass gastrico oggi è arrivata a pesare 40 chili.

Decisamente tanti, troppi, per arrivare a sentirsi “normali”, o anche semplicemente a stare bene, infatti, quello che è capitato a Malissa è stato di passare in pochissimo tempo dall’obesità all’anoressia. Ora rischia seriamente la vita, i medici dicono che se non riprende a nutrirsi in maniera corretta le restano solo 6 mesi di vita.

In 18 mesi Malissa ha perso 130 kg, con un costoso intervento (la famiglia ha speso circa 10.000 sterline) attraverso cui i medici sono riusciti a ridurre lo stomaco e l’intestino tenue, consentendo al cibo di bypassare buona parte dell’apparato digerente, intervento che, tuttavia, è andato ben al di là delle intenzioni dei medici.

Nella fase iniziale, dopo l’operazione sembrava che andasse tutto per il meglio, Malissa e la sua famiglia erano contente del risultato. Per la giovane donna rappresentava una rivincita, un ritornare a vivere, ma dopo poco la situazione è precipitata. Dopo qualche giorno inizia a provare disgusto per il mangiare, viste anche le difficoltà digestive. Ora la sua dieta è quasi niente: tre carote cotte, due ciuffi di prezzemolo e una patata arrosto, per un totale di 300 calorie al giorno, “certo, la carne, il pane e il cioccolato mi piacciono ancora – spiega Malissa intervistata dal Daily Mail – ma non riesco più a digerirli, e piano piano ho smesso di mangiare. I medici dicono che se non mi nutro ho sei mesi di vita”. Un problema fisico, ma anche psicologico: “Dopo l’intervento odiavo il mio corpo – racconta la giovane – odiavo la pelle flaccida penzolante sul corpo magro, le cicatrici… Non mi sono più fatta vedere nuda da nessuno”.

Quello che è successo a Malissa, è la storia di una ragazza come tante, una ragazza che stanca di vedersi sempre troppo grassa, decide di affidare la sua salute e la sua vita alla chirurgia, forse per evitare di passare anni e anni dietro ad una sana dieta e a un continuo allenamento fisico, i cui risultati non vengono fuori certamente subito, ed è proprio per questo, che Malissa è diventata un simbolo per tutte quelle ragazze che soffrono di disturbi alimentari:Non operatevi, serve costanza, dieta sana e attività fisica”, questo il monito di Malissa.
Giusy Cerminara

One response to “Ragazza passa dall’obesità all’anoressia: le restano pochi mesi di vita

  1. Casi come questo sono sconvogenti e, logicamente, spaventano. Per fotuna, sono eccezionali. In realtà, gli interventi bariatrici aumentano la vita media degli obesi che vi si sottopongono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.